28-12-2005

Ho 43 anni. da diversi mesi (luglio 2005) ho

Ho 43 anni. Da diversi mesi (luglio 2005) ho riscontrato che le feci erano alquanto scure: si pensava a del sangue, ma non era cosi'. Un mese fa circa non ho piu' assunto alcoolici e le feci sono ritornate del colore giusto. Pochi giorni fa ho fatto un esame del Sangue e lo stesso ha rivelato un valore che non andava bene: amilasemia 152. Il medico di famiglia mi ha indicato una dieta alimentare da seguire, in pratica evitare di mangiare cibi troppo elaborati o piccanti. Vorrei sapere se la stessa amilasemia dipende dal fatto che in questi anni ho fatto un uso esagerato di peperoncino e ho associato al mangiare piccantissimo anche l'assunzione di alcoolici. Riscontravo infatti che il piu' delle volte mangiando cibi al peperoncino e ingerendo bevande alcooliche mi veniva il singhiozzo. Ho riscontrato pure che contemporaneamente alle feci scure mi si formavano delle chiazze di Orticaria o allergia in genere. Il medico mi ha detto che l'Organo interessato a questo problema e' il pancreas. Con una dieta equilibrata si dovrebbe riportare il valore alterato alla normalita' (102max), e' cosi'? Vorrei avere cortesemente un quadro del mio problema: cause e soluzioni. Ringrazio sinceramente.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
L’aumento dell’amilasemia non ha relazione diretta con l’assunzione di peperoncino, mentre potrebbe dipendere dagli alcolici, essendo l’alcol una sostanza che può creare un danno a carico del pancreas, organo produttore di amilasi, insieme alle ghiandole salivari. E’ possibile che escludendo del tutto le bevande alcoliche possa ripristinare una normalità dell’amilasi.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!