22/07/2016

Il 28 luglio è la Giornata contro l'Epatite

il 28 luglio e la giornata contro l epatite
GoSalute
Scritto da:
GoSalute

Giovedì 28 luglio si celebrerà la Giornata Mondiale contro l’Epatite, voluta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, per sensibilizzare sulla malattia che colpisce il fegato a causa di virus che, a seconda del loro nome, determinano le tipologie A, B, C, D ed E.
Infatti, secondo Margaret Chan, direttore generale dell’OMS, “il mondo ha ignorato l’epatite a suo rischio e pericolo. È tempo di mobilitare una risposta globale contro l’epatite sulla scala simile a quella generata per la lotta contro altre malattie trasmissibili come l’HIV, l’AIDS e la tubercolosi”.

I numeri dell'epatite virale

L’epatite virale, ogni anno, provoca 1 milione e 400 mila morti: da qui nasce la necessità di un intervento urgente per la prevenzione, informando le popolazioni sui rischi di questa malattia.
Inoltre, sono 400 milioni le persone affette da epatite B e C nel mondo ma la maggioranza di loro non sa di essere contagiati, in quanto la malattia spesso non presenta alcun sintomo e resta nascosta fino a quando chi è colpito non sviluppa un disturbo cronico al fegato.
 
Per quanto riguarda l’Italia, il nostro è tra i primi Paesi al mondo per numero di persone infette da epatite C con il suo milione e mezzo di casi. Di questi, solo il 10% - 15% sa di essere infetto.
 
L’epatite C, tra l’altro, causa il maggior numero di decessi tra le malattie infettive trasmissibili ed è la prima causa di trapianto di fegato al mondo.

Gli appuntamenti previsti a Roma

Tra gli appuntamenti previsti per la giornata di venerdì prossimo si segnala, a Roma, la diffusione gratuita di test rapidi per l’Epatite C e per l’HIV: azione promossa dalla Croce Rossa di Roma insieme alla Villa Maraini Onlus.
I primi a sottoporsi al test saranno i volontari e lo staff delle associazioni così da dare ai cittadini il buon esempio e spronarli a fare altrettanto.
I due presidi saranno organizzati in via Ramazzini 31, dalle 9.30 alle 15.30 e, dalle 17.00 alle 23.00, in Piazza del Popolo, dove sarà possibile effettuare i test.

Gli appuntamenti previsti in Lombardia

Grazie al Centro Diagnostico Italiano (CDI), inoltre, nella giornata del 28, dalle 10.00 alle 12.00, sarà possibile effettuare il test HCV risposta rapida per la diagnosi dell’epatite C.
Il test si effettua facilmente, su un campione di saliva, e fornisce una risposta a elevata attendibilità in appena 20 - 40 minuti.
Se il risultato dovesse essere positivo, sarà effettuato un prelievo del sangue per verificarne l’esito.
Per partecipare, occorrerà essere completamente a digiuno (da almeno mezz’ora) e presentarsi presso la sede e l’orario concordato con il call-center della CDI al numero 02.48317444.
 
Ecco, di preciso, dove sarà possibile effettuare il test:

  • CDI PORTA NUOVA (Milano) - Piazza Gae Aulenti, 4
  • CDI LAVATER (Milano) - Via Omboni, 8
  • CDI LARGO AUGUSTO (Milano) - Corso Porta Vittoria, 5
  • CDI CAIROLI (Milano) - Largo Cairoli, 2
  • CDI PELLEGRINO ROSSI (Milano) - Via Pellegrino Rossi, 24
  • CDI GIULIO ROMANO (Milano) - Via Giulio Romano, 17
  • CDI CERNUSCO, Via Torino, 8 Cernusco sul Naviglio
  • CDI LEGNANO - Corso Italia, 32
  • CDI PAVIA - Viale Cremona, 326/D
  • CDI VARESE - Via Sacco, 8

Per approfondire guarda anche: “Che cos'è l'epatite virale?”

Leggi anche:
Il cancro al fegato è uno dei tumori più diffusi. Il più delle volte si sviluppa a causa del virus dell'epatite B o dell'epatite C.
TAG: Endocrinologia e malattie del ricambio | Epatologia | Eventi salute | Fegato | Gastroenterologia | Infezioni | Prevenzione | Virus
GoSalute
Scritto da:
GoSalute