23-01-2006

Ho scoperto da poco che ho un aneurisma del setto

Ho scoperto da poco che ho un Aneurisma del setto interatriale, con probabile Shunt destrorso, al doppler ho una minima insuficienza mitralica e tricuspidale. Ho fatto l'eco dopo un "dolore" o meglio descritto come fastidio, oppressione sulla punta del Cuore, continuo per quasi 3/4 giorni, come mai questo fastidio, se tale aneurisma è asintomatico? Che esami dovrei fate oltre il transesofageo? Se vi è un minimo foro, potrebbe ingrandirsi con gli anni? Vorrei sapere cosa fare per una giusta precauzione a possibili conseguenze... Grazie! Ale David.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
L’aneurisma del setto atriale e la pervietà del forame ovale (spesso associati) sono condizioni non in grado di determinare i sintomi da Lei riferiti, che possono trovare più facile spiegazione in algie muscolari o articolari della gabbia toracica. Il forame ovale resta pervio in circa il 25% della popolazione generale e solo in caso di eventi embolici, in assenza di spiegazioni alternative, viene valorizzato come potenziale fonte emboligena e può essere occluso tramite il posizionamento percutaneo di particolari devices (“ombrellini”). Le direi di stare tranquillo in quanto la sua sintomatologia non è cardiogena, il foro non tende ad allargarsi con l’età (tende a peggiorare in seguito a patologie cardiache concomitanti come la dilatazione della radice aortica, la dilatazione atriale sn, etc) e la condizione è comune al 25% di tutta la popolazione.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare