Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

08-01-2019

IgE alte - HIV

Buongiorno Premetto subito che sono un soggetto fortemente ipocondriaco, vi chiedo scusa in anticipo per l'assurdità della mia domanda e mi scuso anche per aver fatto una cosa che fa dannare molti medici: sono preoccupato a seguito di consulti online. Essendo in primavera soggetto ad asma, in data 24 dicembre ho effettuato un prelievo di controllo per le IgE specifiche allergologiche e per le IgE totali. Sebbene i miei problemi si manifestino esclusivamente in primavera, molte IgE specifiche allergologiche sono risultate molto alte, ad esempio ad acari della polvere e particolari graminacee alle quali ero già a conoscenza di essere allergico. Anche il valore delle IgE totali è risultato molto alto (620 contro 100 di norma) ed inizialmente ho pensato che fosse un valore conseguente alle IgE specifiche allergologiche alte, ma consultando qua e la ho visto che anche la sindrome da HIV può dare valori così alti. Benché sia pienamente consapevole che certe risposte posso averle solamente a seguito di test specifici, posso avere una certa sicurezza sul fatto che questo valore possa dipendere esclusivamente dal fatto che esso è alto in conseguenza di quanto riscontrato nei valori specifici allergologici e non devo preoccuparmi di altro? Sono molto spaventato Cordiali saluti
Risposta di:
Dr. Gabriele Di Lorenzo
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Medicina interna
Risposta
Gentile Signore, l’ipocondria è una manifestazione psichiatrica e questa diagnosi non può essere fatta solo su quanto lei ha scritto. Un soggetto allergico, ha le IgE totali elevate. Il soggetto allergico è un soggetto atopico (atopico = soggetto che ha una risposta immunologica (IgE) nei confronti di allergeni, che per le persone non atopiche non determinano una risposta IgE), questo significa che avere IgE verso un allergene significa essere sensibilizzato a quello allergene, essere allergico significa avere sintomi quando si inala quell’allergene. Non si può fare diagnosi con il risultato di un test Allergologico in vivo (test cutaneo) o in vitro (dosaggio IgE specifiche) la diagnosi è clinica e viene confermata dai test, io preferisco quelli in vitro perché quantitativi e standardizzati. Pertanto parli con il suo Medico o con l’allergologo Che le ha prescritto gli esami. Cordiali saluti
TAG: Allergologia e immunologia clinica
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!