In merito alla risposta alla domanda HH/1d49933 di cui ringrazio sentitamente si diceva che i dati forniti erano scarsi vorrei aggiungere la relazione clinica: paziente di 72 anni in anamnesi pregresso intervento per Adenocarcinoma mucinoso gastrico con metastasi linfonodali singola addicente alla neoplasia sconsigliata chemio per problemi... Leggi di più cardiaci. noto per cardiopatia ipertrofica-dilatativa diabete mellito di tipo 2 dilatazione aorta ascendente cirrosi epatica ipb pregressa pancreatite acuta biliare giunge in osservazione in stato anasarcatico :presenza di ascite e Versamento pleurico bilaterale agli esami ematochimici evidenzia di grave insufficenza epatica e riscontro di anemia emolitica all "ecg riscontro di fibrillazione atriale con frequenza ventricolare veloce che si e deciso di trattare viste le condizioni del paziente con la sola Terapia digitalica fe 40% eseguita egds senza evidenza di recidive eteroformative il paziente e stato trattato con diuretici e.v e poi per os antibiotico terapia e stato sottoposto a paracentesi evacuativa con fuoriuscita di 6.5 litri di liquido negativa la ricerca di cellule tumorali inoltre e stato politrasfuso il quadro emolitico si e succesivamente autolimitato in assenza di terapia specifica durante la degenza comparsa di macroematuria con positivita alla ricerca delle ctm all"esame urine eseguita tac addome pelvi con evidenza di formazione solida nel grasso mesenteriale di non univoca interpretazione del diametro di 2.5 cm con margini regolari di incerta natura forse formazione linfonodale isolata inoltre ispessimento parietale della vescica di 14 mm in corrispondenza del pavimento -parete laterale sinistra lo specialista urologo ha ritenuto impossibile procedere a esecuzione citoscopia per le condizioni generali del paziente attualmente si trova in labile compenso di circolo e respiratorio tendenza all"ipossiemia pur ben tollerata alla dimissione presenza di modica ascite e di versamento pleurico bilaterale mantenuti stabili grazie alla terapia diuretica in data odierna viene cambiato catetere tentativo di rimozione reso vano da ritenzione urne il paziente e in grado di stare seduto e di muovere piccoli passi con aiuto. questo s i rferisce alla dimissione settembre 2005 ora mio padre e allettato perennemente non muove piu il braccio destro per dolori a suo dire molto forti mangia regolarmente e si scarica quasi regoralmete periodi normali alternati a diarrea e stipsi la mente non ha dato fini adesso non ha dato segni di squilibrio ricordo che l"adenocarcinoma gastrico era t.3 n.1 pre voi era veramente sconsigliata la chemio e il presunto tumore vescicale puo essere una conseguenza anche questa volta ci e stato detto che la chemi era inproponibile ovviamente no operazione con questo penso di aver detto tutto qello che so volevo se possibile una vosra opinione sulla durata e stile di vita che puo aspettare a mio padre vi ringrazio fin d"ora e vi augoro buona pascqua grazie. gli ultimi esami del sangue : glob rossi: 4.08 emoglob: 13.8 v.ematocr:40.5 emo.corp med: 33.8 conc.hb corp med: 34.1 d.glob rossi:15.3 glob.bianchi: 5.90 gran.neutr:69.6 eosin: 2.2 basof: 0.3 linfo: 22.5 monoc: 5.4 piastr: 89 glic: 125 emogl glic: 505 azotemia: 34 bilir.tot: 1.30 diret: 0.71 indir: 0.59 creat: 0.74 uricemia: 6.1 g.g.t: 133 * sodio: 130 potassio: 4.0 trans-ossala: 27 trans-piruv: 28 ammon: 41 esame urine:pigm-emat: 0.20 pigm-bil 0.0 ricerca c.t.m. su tre giorni cons negat flogosi come le sembrano? il medico di mio padre dice che non sono male grazie e mi scusi ancora.