27-11-2017

Ipertensione mal controllata

Buongiorno dottori,

vi scrivo perchè sono in preda al panico. circa 2 settimane fa ho occasionalmente controllato la pressione di mio marito (52 anni, 172 cm, 75 kg-ha smesso di fumare da 3 settimane). il valore era di 220/120. Ho portato subito mio marito in pronto soccorso e hanno confermato i valori pressori.

Hanno eseguito esami che sono risultati nella norma, il medico del pronto soccorso, era un cardiologo, per scrupolo gli ha fatto un ecografia al cuore e ha constatato che era un po' ingrossato, dicendoci che secondo lui erano anni che soffriva di ipertensione. Il medico mi ha comunque rassicurato che è una situazione che, con i giusti farmaci si può e si deve tenere sotto controllo. Dopo aver riportato la pressione ad un accettabile 130/70 hanno dimesso mio marito con la diagnoosi di ipertensione mal controllata. Ci hanno dato una cpr da 10 mg di norvasc da prendere il mattino. e un appuntamento con un medico internista per il giorno dopo. Il giorno dopo il medico misura di nuovo la pressione ed è 200/100. Ci dice che è alta, ma di stare tranquilli e di continuare con la terapia di norvasc 10mg che ci è stata data in pronto soccorso e che la pressione non si sistemerà da un giorno all' altro ma che ci vorranno almeno 10 giorni, e in caso andare dal nostro medico per far aggiungere qualcosa.

Nel frattempo il nostro medico ci ha prescritto un ecocolordopler, esami del sangue, urine 24h, eco-cardio, visita cardiologica con ecg (tutti esami che ho già prenotato). Abbiamo monitorato la pressione per due settimane, e devo dire che un po si è abbassata. il mattino rimane alta. 160/100. la sera 140/80, a volte 135/75. Il nostro medico non ritiene di dover aggiungere un altro farmaco prima di avere i risultati degli esami. Sono preoccupatissima. Non mangio da una settimana.

Dimenticavo di dire che nella famiglia di mio marito sono tutti ipertesi (7 fratelli, 6 ipertesi. Anche il padre era iperteso.) Datemi un parere, vi prego. La terapia prescritta va bene? Vi ringrazio anticipatamente per la vostra risposta.

Cordialmente.

Risposta di:
Prof. Luigi Iorio
Specialista in Cardiologia e Medicina interna
Risposta

Gentile sig.ra, le posso assicurare che una volta accorti della ipertensione arteriosa avete agito al meglio. quasi sicuramente la pressione arteriosa alta è datata. E' giusto aver fatti tutti gli esami prescritti. Controlli la pressione arteriosa ogni giorno e prima di cambiare farmaci o dosaggi pratichi una misurazione della pressione arteriosa 24 ore .

Saluti prof Luigi Iorio

TAG: Biochimica clinica | Cuore | Esami | Ipertensione | Malattie dell'apparato cardiovascolare | Patologia clinica | Prevenzione