24-01-2006

Leggo molte domande sulla sindrome di gilbert e

Leggo molte domande sulla Sindrome di Gilbert e risposte sempre abbastanza rassicuranti. Ho 41 anni e sto passando un periodo di intenso e continuo stress dato da cause esterne abbastanza pressanti ed inevitabili, soffro di noduli alla tiroide da molti anni che comunque sembra non mi abbiano dato ultimamente valori anormali. Siccome ho avuto conferma da poco di essere affetta da Sindrome di Gilbert dopo un esame a 24 ore di digiuno, e siccome la bilirubina resta alta costantemente, probabilmente dato il mio stato di costante stress, vorrei avere qualche consiglio su come tenere il mio corpo e la mia mente sotto controllo e se aiutando il fegato posso limitare il mio stato di ansia. Vorrei anche sapere se data questa condizione di continua pressione rischio di peggiorare la situazione del fegato, creando una malattia vera, dato che quando sono molto stressata mangio poco e in maniera irregolare. Seguo un'alimentazione molto precisa basata su yogurt fresco fatto da me, con frutta fresca e secca, semi e pasta o riso, pesce, formaggio, uova, verdure lesse e patate al forno, con pochi condimenti - soprattutto olio di oliva. Cioccolata amara. Non mangio carne e non bevo alchool. Niente burro, poco zucchero e poco sale (non li aggiungo mai nei cibi cucinati da me). Se bevo un bicchiere di vino ultimamente mi da subito fastidio. Bevo generalmente succhi di frutta, soprattutto di pomodoro. Credo di essere meglio di unn ospedale, e ho anche la fortuna di amare questo tipo di alimentazione, ma può questo tipo di Alimentazione non essere indicata per il fegato? E' forse troppo acida? Devo mangiare più grassi e avere un'alimentazione più ricca? Devo prendere qualcosa per rilassarmi dalla tensione? C'è qualcosa che posso mangiare che possa dare un supporto al calo della bilirubina? Il fatto che il digiuno abbia fatto alzare la bilirubina è sicuramente indicativo di Sindrome di Gilbert o può essere anche dato da una causa diversa? non ho fatrto analisi dia ccertamento per altre cause e i valor sono alti di poco. Siccome mia sorella soffre di un tumore abbastanza diffuso in area intestinale, genitale e ora anche al fegato, non sarebbe il caso di fare una serie di ulteriori accertamenti per essere certa che non si tratti di qualcosa di diverso? possono essere cure temporanee come antibiotici per un'infezione o la pillola anticoncezinale ad aver creato questo problema? Grazie per l'attenzione.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
La sindrome di Gilbert è del tutto benigna e non è necessario che si sottoponga ad ulteriori indagini cliniche per conferma. L’alimentazione ha un peso poco rilevante in questa sindrome in quanto non è in grado di determinare danno al fegato anche se può causare l’alumento dei valori di bilirubinemia. E’ utile che utilizzi qualche rimedio per ridurre l’ansia che la coinvolge. Ad esempio la valeriana potrebbe esserle di aiuto e non crearle alcun danno.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!