Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

07-11-2018

Mancanza desiderio sessuale

Egregio Dottore, L'assenza totale di libido dal mese di maggio può essere attribuibile ad una eventuale compressione dell'idrocele? Ho fatto una visita vascolare e non ho problemi. Non ho mai fumato, non bevo alcolici, non assumo droghe e alcun farmaco. Il mio lavoro mi porta a stare alla guida anche fino a 12 ore al giorno ogni giorno. LA stessa sintomatologia si presenta anche visionando foto o filmati pornografici. Non necessito di autoerotismo. Da premettere che ho una compagna con la quale non ho mai avuto problemi, con la quale sono riuscito ad avere un rapporto normale( da maggio solo 6 volte) fino all'eiaculazione ma solo con il suo intervento avevo l'erezione. Ora la situazione sta diventando insostenibile come può facilmente capire perchè non abbiamo più intimità. Cosa mi consiglia? Anticipatamente la ringrazio.

Risposta di:
Dr. Giovanni BerettaDottore Premium
Specialista in Andrologia e Patologia della riproduzione umana
Risposta

Gentile lettore, il desiderio sessuale è una pulsione importante, il sentimento che spinge un individuo verso un altro; da un punto di vista neurologico questa pulsione è il prodotto dall'attivazione di specifici aggregati neuronali situati a livello del cervello, nel rinencefalo, che è la parte più antica del nostro sistema nervoso centrale. Questa zona del cervello controlla e influenza tutte le nostre complesse esperienze emotive e sessuali. Il desiderio sessuale è influenzato anche da alcuni ormoni che a loro modo modulano i "centri cerebrali del sesso"; fondamentale sembra essere il ruolo del testosterone. Infatti se il testosterone è assente o costantemente deficitario anche il desiderio sessuale mancherà. La prolattina è un altro ormone che può invece inibire o determinare una caduta della libido, se presente con valori elevati nel sangue. Insoddisfazioni professionali, stati d’ansia, stress poi possono creare un malessere esistenziale e anche una caduta del desiderio. Frequentemente, dopo una serie di insuccessi sul lavoro o dopo un grave lutto, si può manifestare una totale caduta del desideri; questi blocchi devono essere individuati con chiarezza ed eventuali carenze ormonali devono essere trattate mediante farmaci mirati; le cause psicologiche invece necessitano di un intervento psicoterapeutico appropriato. Bene ora sentire in diretta il suo andrologo di riferimento e si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento. Un cordiale saluto.

TAG: Adulti | Andrologia | Apparato riproduttivo | Esami | Giovani | Neurologia | Organi Sessuali | Psicologia | Psicosomatica | Salute maschile | Sessualità | Sessuologia | Sistema nervoso | Terapie | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!