Mio padre, 82 anni il prossimo novembre ed ex fumatore, il 24/04/07 è stato sottoposto a coronarografia dx trattata con PCI + STENT. A novembre 2007 è stato ricoverato per insufficienza respiratoria (tra l’altro quando era in ospedale ha avuto una broncopolmonite) e gli è stata diagnosticata una mio-cardiopatia dilatativa. I valori erano i seguenti:RADICE AORTICA: calibro normale, ispessita, cuspidi ispessite, mobiliATRIO SX: ingrandito 28 cmqCAVITA’ VENTRICOLO SX: dilatata 62x54mm. Pareti di spessore normale. SIV 10 mm. Cinesi globale ridotta globalmente FE 30%MITRALE: anulus ispessito, basso flussoSEZIONI DX: normaliIl 18/06/08 ha fatto un controllo e i valori sono i seguenti:AORTA: diametro della radice 27mm e dell’aorta ascendente nei limiti. Semilunari: ndn. Movimento da bassa portata.ATRIO SINISTRO: volume aumentato (LAD 46mm; apicale 56x63 mm)MITRALE: dilatazione dell’anulus posteriore (35 mm). Velocità di flusso anterogrado nei limiti con rapporto E/A > 1 (alterato rilasciamento: DTE 225 msec). Presenza di jet da rigurgito centrale di lieve estensione da mancata coaptazione dei lembi. VENTRICOLO SX: volume aumentato con notevole riduzione della frazione di eiezione globale (LVDd/s 62/55 mm; EDV 160 ml; EF 25%; indice di sfericità: 0,66). Spessori parietali nei limiti. Ipocinesia parietale diffusa, più marcata a carico della parete inferiore, del SIV inferiore ed anteriore. CAVITA’ CARDIACHE DX: volume normale. Ventricolo dx normocontrattile (TAPSE 18 mm). Piccolo jet da rigurgito tricuspidale. Pressione polmonare sistolica calcolata: 30 mmHg.Al momento la terapia è la seguente:ASA 100 mg dopo pranzoLasix 25 mg 1 cp a giorni alterniProcaptan 1 cpLobivon 5 mg 1 cpEpinitril 10 1 sistemaSinvacor 20 mg 1 cpNei prossimi giorni deve eseguire un ECOSTRESS con dobutamina a basse ed alte dosi e un ECG HOLTER. Vorrei sapere quanto è grave questa diagnosi e come si può intervenire. Grazie per la Vs risposta