31-01-2017

Placche fibrolipidica e possibile ictus

Gentile dottore, mio padre di anni 44, oggi ha fatto un eco color doppler; il referto dice: piccola placca fibrocalcifica sulla parete posteriore del tratto iniziale della carotide interna sinistra. Quello che mi preoccupa di più è che in basso il dottore ha scritto: ps: presenza di placca fibrolipidica sulla parete posteriore del tratto distale della femorale comune bilateralmente riducente il lume vasale di circa il 20%.

Mio padre soffre di colesterolo alto e a mio nonno tanti anni fa venne un ictus ischemico. La prossima settimana mio padre ha una visita dal cardiologo, però vorrei sapere da lei se è grave questa placca del 20%, quante possibilità ha di avere un ictus? se si può curare e possibilmente che tipo di cura dovrebbe fare? Grazie mille e scusate la domanda lunga ma sono preoccupata. Distinti saluti

Risposta di:
Prof. Luigi Iorio
Specialista in Cardiologia e Medicina interna
Risposta

Gentile sig.ra, di suo padre mi dice solo che ha una colesterolemia alta e che il padre ebbe un ictus ischemico. Prima di tutto bisogna studiare il suo stile di vita, le sue abitudini alimentari e se fuma. Quindi bisognerà eseguire tutta una serie di accertamenti per stabilire se è in atto una infiammazione tali che possano predire un evento cardiocircolatorio importante come proteina C reattiva, ves, immunoglobuline igG, un emocromo; quindi bisognerà verificare se vi sono in atto dei dismetabolismi che interessino i grassi, gli zuccheri o le proteine.
Il quadro sarà completato da una visita, che determinerà la pressione arteriosa e lo stato cardiocircolatorio. Alla fine di questo iter verranno presi non solo provvedimenti terapeutici, ma verranno dati i dovuti consigli sullo stile di vita da mantenere. Suo padre è ancora abbastanza giovane per intraprendere un percorso che lo mantenga in salute.
Saluti prof Luigi Iorio

TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare | Malattie neurologiche | Neurologia