Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

27-08-2018

Possibile rischio HIV

Buongiorno.

Sono un ragazzo di 21 anni. Circa 1 mese fa ho avuto un rapporto omosessuale con un escort d'appartamento. Il rapporto in sé è stato protetto, quello orale no.

A distanza di 4 settimane avverto tutti i sintomi riconducibili a primoinfezione da hiv. Febbre, anche con punte di 39, che non passa da una settimana (ora é diventata più che altro una febbricola che si attesta intorno ai 37.5 38max) tosse secca persistente, stanchezza e qualche sudorazione notturna. Il mio medico(all'oscuro della situazione sopracitata ovviamente l'hiv non lo prende neanche in considerazione sebbene gli abbia messo la pulce nell'orecchio. In ogni caso faccio delle analisi per virus di epstain barr e infatti risultano gli anti ebv vca igm alti e positivi. Mononucleosi. Eppure non mi sento tranquillo.

Molti sintomi specifici della mono come il mal di gola io non ce li ho affatto. Non noto neanche placche alle tonsille. Spero davvero sia così. Anche io valore tsh risulta elevato ma ft3 e ft4 normali. Fermo restando che comunque farò il test autonomamente, potrebbero esserci relazioni tra le due cose? Può l'hiv qualora presente influenzare i risultati di ebv rendendoli positivi? Dopo più di una settimana sono stanco, spaventato.

Dato che la febbre sta scemando ho ricominciato a uscire la sera, cerco di avere una vita normale. Non mangio un granché. Vi ringrazio per l'attenzione.

Risposta di:
Dr. Pietro Di GregorioDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e Malattie infettive
Risposta

invece di porsi tante domande perché non esegue il test anche in anonimato?

TAG: Effetti Collaterali | Esami | Giovani | Infezioni | Malattie infettive | Organi Sessuali | Sessualità
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!