Egr. dottore, mia mamma,73 anni, ha avuto nel novembre del 2016 un grave infarto del miocardio con FE del 28%, aumentato ora a 38%. assume tutti i giorni: 2cp bisoprololo; 2cp brilique 60mg; 1 cp ivabradina; 1 cp losartaan; 1 cp torvast 40mg; 1 cp kanrenol 25mg; 1 cp lasix a giorni alterni; 1 cp di cardioaspirina.Al di là dei sintomi legati... Leggi di più all'infarto (stanchezza bassa pressione fiato corto ecc..) ciò che più la fa soffrire è un continuo fastidio allo stomaco (gonfiore e dolore) probabilmente conseguente all'uso di tutti i farmaci suddetti.Ogni volta che questi sintomi si presentano e in forma importante (lo stomaco si gonfia a vista d'occhio), la paura è che possa trattarsi di nuovo attacco cardiaco. Come possiamo escludere ciò senza dover ricorrere al pronto soccorso? c'è qualcosa che può fare per migliorare la situazione? grazie mille