26-03-2004

Radice ampia

Ho trentanove anni e quattro anni fa con un'ecografia ho scoperto che la mia radice aortica è di una dimensione di circa un centimetro superiore al normale, ovvero di 48 millimetri. Da allora, pur continuando a fare una vita normale, ho smesso di fare sport stressanti, che avevo praticato fino ad allora, anche se una volta alla settimana partecipo all'allenamento di una squadra di Calcio. Negli ultimi quattro anni la misura della radice aortica non è cambiata. Vorrei sapere se questo può significare che, per qualche motivo, io sono nato con la radice aortica di dimensioni superiori alla media, un po' come a volte si trovano persone alte un metro e settanta con i piedi del quarantasei. Sono alto un metro e novanta, peso circa ottanta chili e di sintomi della Sindrome di Marfan non ho altro segno che la dentatura che presenta irregolarità, cosa che però hanno anche tutti gli altri membri della mia famiglia.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Grazie per averci contattati. Avere una dilatazione della radice aortica NON significa necessariamente essere portatore della sindrome di Marfan. Per questo, sottolineiamo sempre che è necessaria una valutazione complessiva. In ogni caso, 48 mm sono una dimensione limite che dovrebbe essere valutata con attenzione per definire se non sia già necessario sottoporsi alla valutazione cardiochirurgica. Sarebbe importante sapere se è iperteso e se vi sono segni di insufficienza valvolare aortica e come la valvola aortica viene descritta nell'esame ecocardiografico. Inoltre, la dilatazione interessa solo la radice aortica o anche il tratto ascendente? Esistono altre persone nella sua famiglia che hanno una dilatazione aortica o sono state operate per questo problema? Sarebbe, come vede, utile un incontro diretto. Per questo, ci telefoni. A presto.
TAG: Genetica medica | Malattie rare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!