Gent.mi Dottori vi prego di scusare se ripeterò la domanda, ho letto qua e la nel sito alcune risposte le quali non hanno soddisfatto appieno i miei dubbi.Ho quasi 36 anni e ho avuto circa una mese fa un rapporto occasionale con una prostituta in un appartamento, premetto che da parte mia non c'è stata l'erezione che di solito ho con la mia compagna, questo è dato dal fatto che fondamentalmente non mi dedico a questi sport occasionali mai, questa volta c'è stata quest'eccezione per una serie di motivi.Arriviamo alla domanda.Ho avuto il rapporto con lei protetto, non ci siamo baciati nelle labbra, non l'ho baciata nelle parti intime, l'ho giusto toccata nelle natiche e sfiorata nelle labbra della vagina con le dita senza infilargliele (non ho alcun taglio).Abbiamo iniziato a far sesso con il preservativo e dopo circa un minuto e mezzo due max, abbiamo sentito come scoppiare mentre mi trovavo dentro lei, immediatamente ci siamo allontanati mentre cambiavamo il preservativo, ho preso il vecchio e guardandolo mi sono accorto che la lacerazione dello stesso è avvenuta in punta e che dentro non presentava alcun liquido mio e sopratutto lei non era per nulla bagnata.A questo punto abbiamo cambiato il preservativo e il mio pene era ancora più moscio, dovuto allo spavento, non abbiamo continuato con la penetrazione, seppur avendo cambiato il preservativo ho completato il rapporto da me, fuori e con il preservativo nuovo.In conclusione ho il tarlo nella testa che posso aver contratto il virus, vivo questa mia scappatella con l'ansia e non riesco a star sereno.So che la maniera migliore è fare il test, cosa che ho fatto ma ancora non era passato un mese e quindi come sempre anche quando dono il sangue, risulta negativo.Parlando con la mia dottoressa mi ha tranquillizzato dicendo che è veramente difficile che possa aver contratto il virus e sopratutto avendo parlato con la dottoressa che mi ha prelevato il sangue nel centro di malattie infettive dove si può effettuare il test in maniera sicura, mi ha "rasserenato" dicendo che in 30 anni di lavoro si è addirittura punta con un ago di un paziente e che non ha contratto nulla.In conclusione posso star sereno, posso ancora avere preoccupazioni al riguardo, rifarò il test più in la, ma vivere il quotidiano con questa ossessione è indescrivibile e per questo chiedo a voi.Grazie per tutto e buon lavoro.