Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

19-06-2018

Rischio HIV e altre malattie sessualmente trasmissibili

Salve,

qualche giorno fa ho fatto una cosa che anni fa mi ero ripromesso di non fare MAI più, considerando anche la mia germofobia: sono andato con una prostituta da appartamento. Ero talmente “carico” in quel momento che non ragionavo lucidamente, e non avendo al momento alcuna relazione, ho ceduto.

Alcune premesse:

- Qualche giorno prima di andare, avevo una leggera balanite che però sembrava scomparsa al momento del rapporto.

- Ho usato il preservativo ovviamente, orale e penetrazione vaginale (durata si e no un paio di minuti, volevo solo “svuotarmi” il più velocemente possibile) entrambi coperti. Tuttavia, togliendolo, per sbaglio ho toccato con la cappella la parte esterna del preservativo.

- Subito dopo sono andato in bagno a lavarmi con un antibatterico.

- Nel bagno ho notato un tampone nel cestino, e li ho cominciato a sudare freddo.

Adesso a distanza di qualche giorno, mi è salita una leggera influenza (37.5 febbre e un po’ nausea, niente mal di gola) ed è tornata la balanite, anche se il medico dice che questa potrebbe essere stata causata da una lozione che ho messo e che non ha nulla a che fare con la vicenda. Ora la domanda è, considerando tutte le circostanze, quanto potrebbe essere probabile che mi sia beccato qualcosa? Mi conviene fare il test HIV tra un mese e tra 3 mesi? Quali altri test mi converrebbe eseguire per sicurezza, senza spendere un patrimonio?

Risposta di:
Dr. Pietro Di GregorioDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e Malattie infettive
Risposta

Penso che il suo medico abbia ragione. Se ritiene può eseguire il test nei tempi da lei indicati

TAG: Adulti | Esami | Giovani | Infezioni | Malattie infettive | Microbiologia e virologia | Organi Sessuali | Prevenzione | Psicosomatica | Virus
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!