Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

31-07-2006

Salve, dopo aver effettuato una biopsia al fegato

Salve, dopo aver effettuato una biopsia al fegato il mio medico di famiglia mi ha tranquillizzato dicendomi che si tratta di un problema alimentare, e che continuando la dieta dovrebbe ritornare tutto alla normalità tra qualche anno. Mi sono accorto di questo problema ad Aprile di quest'anno quando le analisi del sangue davano dei valori alti di gammaGT, transaminasi, GOT. Una ecografica successiva evidenzia una steatoepatite e di seguito il risultato della biopsia: Notizie cliniche SOSPETTA STEATOEPATITE NON ALCOLICA (NASH) ALT NELLA NORMA; HBSag e ACVab neg. Diagnosi: Parenchima epatico comprendente circa 15 vene centrolobulari e 30 spazi portali i quali sono in parte lievemente allargati e per lo più occupati da un infiltrato infiammatorio cronico di grado lieve (portite di grado 1), che focalmente erode e supera la lamina limitante del contorno della maggior parte degli spazi portali (piecemal necrosis di grado 2); in sede lobulare si riscontra necrosi confluente focale (score 1) e foci di epatocitolisi in numero fra 2 e 4 per campo a ingrandimento con obiettivo 10x (spotty necrosis di grado 2). Il reticolo argirofilo è lievemente accentuato in sede periportale (fibrosi di grado 1). Attivazione diffusa del sistema delle cellule di Kupffer. Steatosi di grado lieve a distribuzione disomogenea. Depositi emosiderinici non valutabili per assenza di reagenti. EPATITE CRONICA ATTIVA DI GRADO LIEVE CON NOTE DI FIBROSI. Secondo Ishak GRADING 6/18 STAGING 1/6. Devo preoccuparmi? Vorrei avere una interpretazione della diagnosi e magari dei consigli utili per risolvere il problema. Cordiali Saluti.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
La diagnosi che le è stata fatta è quella di steatoepatite non alcolica. Tale malattia richiede un rigido controllo dietetico e periodici controlli clinici. E’ possibile un miglioramento dei parametri istologici. Al momento, l’infiammazione del fegato è comunque lieve e non pone particolari preoccupazioni.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!