20-12-2005

Salve, mio padre circa un mese e mezzo fa ha avuto

Salve, mio padre circa un mese e mezzo fa ha avuto un infarto. Dopo la prima Terapia intensiva è stato dimesso in attesa di effettuare la coronarografia, effettuando la seguente terapia: zyloric - cardioaspirin - lopresor - seledie - zesrtil - dermatrans (a causa di disturbi comportamentali da anni prende anche: litio - tavor e akineton). In questo mese di terapia i disturbi comportamentali si sono manifestati in maniera più accentuata con allucinazioni, difficoltà ad esprimere concetti e racconta di aver avvertito un disturbo alla testa manifestatosi come una forte esplosione e successiva confusione. Ho letto che l'applicazione del cerotto dermatrans 10 non deve essere continuativa mentre durante la terapia ne applicava uno alle 8 e uno alle 20. Due giorni fa è stato dimesso dopo aver effettuato angioplastica alle due coronarie e applicazione di due stent. La nuova terapia prevede: ISOPTIN 80 TRAITEC HCT 2,5 DERMATRANS TDS 10 PLAVIX 75 CARDIO ASPIRINA oltre ai soliti Litio - Tavor e Akineton. Le volevo chiedere se la suddetta terapia può essere ridotta al più presto (cardio aspirin e plavix credo che siano dannosi nei confronti di alcune ferite presenti nel retto che periodicamente sanguinano) considerando anche che soffre di Diabete e Insufficienza renale. Infine vorrei sapere se esistono controindicazioni per l'assunzione contemporanea dei farmaci Litio-Tavor e Akineton e quelli che attualmente assume per il cuore. Distinti Saluti
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Purtroppo la Cardioaspirina e il Plavix sono assolutamente indispensabili in associazione almeno per 6 mesi. Gli altri farmaci non presentano particolari controindicazioni nel caso specifico.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!