Preg.mi Dott.ri / Dott.sse, Vi disturbo di nuovo per un disturbo che, pur non recandomi particolare fastidio, è molto antiestetico. Sono un uomo di 54 anni, altezza cm.191, peso kg.103 circa. Sono in cura da anni per depressione endogena maggiore in bipolare tipo 1, disturbo ossessivo compulsivo, ansia e fobia generalizzate, lieve schizofrenia. Quotidianamente assumo (elencando i farmaci per mattina-pomeriggio e sera): Depakin chrono 500 1/2 + 1/2 + 1 Gabapentin 300 2 + 2 + 2 Daparox 20 1 + 1 + 0 Tavor 2,5 1,5 + 1 + 1,5 Assumo inoltre un Cotareg 160+12,5 e un Norvasc 5 mg. per ipertensione, una Cardioaspirina, 2 Lucen 20 come gastroprotettore.Il mio problema è che ho uno sfogo diffuso in tutto il corpo con formazioni puntiformi rossastre, diffuse soprattutto nelle cosce, nelle braccia e nel torace, mentre nei ginocchi e sui gomiti le formazioni diventano più estese, in rilievo, a grandi chiazze rosso-violacee, come pure nel viso, dove si manifestano però con colore più rosaceo. Un mio amico medico mi ha consigliato di spalmare nella faccia il Diprosone unguento, e di assumere per 5 giorni Cetirizina 10 mg. Sto seguendo da 3 giorni i suoi consigli, ma la situazione della faccia mi è peggiorata, le chiazze sono ancora più in rilievo e più viola, anche se non ho prurito o dolore.Voglio inoltre fare presente che, a causa dei frequenti attacchi di nausea seguiti talvolta da vomito, lo sforzo mi ingrandisce e amplifica in estensione lo sfogo facciale. Vorrei cortesemente sapere quali potrebbero essere le cause di questi disagi, e se la cura consigliata è da proseguire o meno. Certo in un Vs. riscontro, porgo cordiali saluti. (P.S. Peccato non possa allegare documentazione fotografica).