14-03-2006

Sono stato operato il 3 dicembre scorso

Sono stato operato il 3 Dicembre scorso all'Ospedale di Reggio Emilia, per un'ablazione cardiaca a seguito di una Diagnosi di WPW, nella parte dx, sono stato dimesso il 5, con l'avvertenza del medico che ha eseguito l'intervento che avrebbero potuto presentarsi in futuro aritmie non pericolose che col tempo sarebbero scomparse. Ho eseguito a Rimini dopo circa due mesi dall'intevento un Holter 24 ore, che a detta del mio Cardiologo ha confermato la riuscita dell'intervento e il non riformarsi dei fasci di "nervi bruciati". Da dopo l'intervento avverto spesso un Dolore al petto in zona centrale non forte ma persistente per anche 3/4 ore che compare sempre a riposo, in qualche occasione durante questi episodi avverto distintamente il battito cardiaco, che arriva al massimo a 80/85 bpm. Il mio cardialogo dice che si tratta probabilmente di extrasistoli non pericolose e non mi ha prescritto alcuna Terapia. Vorrei saperne di più.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Concordo con l’indicazione del suo cardiologo. La sintomatologia che lei descrive sembra aspecifica e non correlata con la procedura da lei eseguita. Provi a farsi fare un elettrocardiogramma mentre la sintomatologia è presente. Questo dovrebbe toglierle qualsiasi preoccupazione.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare