Questo è l'ottavo anno dell'orgasmo globale per la pace mondiale, the Global Orgasm for World Peace, che si tiene ogni anno nel giorno del solstizio d’inverno.

La comunità internazionale ha fissato nel calendario non una ma ben due giornate mondiali dedicate al piacere: la prima il 31 luglio e la seconda a dicembre per sincronizzare il piacere al benessere collettivo.

Global Orgasm Day: venire insieme per la pace

Creare uno stato di benessere diffuso e di piacere è l’obiettivo del Global Orgasm Day, una ricorrenza che dal 2006 si ripete in tutto il mondo in segno di pace. L’idea venne a due attivisti americani, Paul Reffell and Donna Sheehan che pensarono che fosse necessario che il clima mondiale si rasserenasse.

L’orgasmo è una fonte di buoni sentimenti. Si stima che sono oltre 100 milioni gli orgasmi all’ora, 1,5 al minuto. Sfruttare questo potere è importante per unire la comunità mondiale verso un grande orgasmo sincronizzato per favorire un clima di pace collettiva.

Global Orgasm Day: cosa dice la scienza

Gli orgasmi sono una fonte di benessere e contribuiscono alla salute generale dell’organismo. Esso riduce i livelli di stress e abbassa il rischio di malattie cardiovascolari e disturbi di vario tipo. Ignorare questo ruolo nel contribuire alla realizzazione della felicità umana è un grave errore.

Il piacere è, probabilmente, il più potente fattore motivante per il comportamento sessuale. Tutto parte dal sistema nervoso centrale che coinvolge gli organi sessuali innescando il piacere e gli orgasmi, in un'esperienza di corpo e mente. La scienza moderna utilizza tecniche di allenamento neurale orgasmico per costruire la capacità di un individuo di avere orgasmi.

Circa nel 70% delle donne, la stimolazione diretta simultanea del clitoride durante il rapporto è essenziale per raggiungere l'orgasmo mentre un altro 10% non l’ha mai raggiunto. Ancora dibattute invece le argomentazioni che considerano il piacere sessuale maschile molto più facile da raggiungere rispetto alla donna.

Global Orgasm Day, lo sapevi che?

È sbagliato credere che il piacere sessuale sia solamente per giovani. Sicuramente durante l’adolescenza e lo sviluppo sessuale, il piacere occupa un ruolo fondamentale con ripercussioni su autostima e consapevolezza di sé, eppure anche con la maturità deve rappresentare un alleato fisiologico e psicologico al piacere più intimo, istintivo e vitale del proprio essere.

L’orgasmo non è un’esperienza meccanica innestata dall’eccitazione. Entrano in gioco numerose variabili come emozioni profonde e sentimenti ma anche stress e ritmi di vita che possono condizionare la capacità di lasciarsi andare al piacere. Ritagliarsi del tempo da dedicare all’intimità e all’esperienza sensoriale di corpo e mente è l’approccio ideale per prendersi cura di sé.

Alcuni comportamenti sessuali sono ancora considerati oggetto di “vergogna” perché legate a pratiche all’intimità non convenzionali, lontane dalla normalità. Eppure, masturbazione, l’utilizzo di sex toys, video hard sono tutte forme di felicità e libertà individuale che contemplano un’apertura mentale al benessere sessuale che è importante scegliere anche a costo dell’opinione altrui.

Vuoi parlare con un medico?

Spesso gli argomenti legati a sessualità e orgasmo sono fonte di imbarazzo, tabù, dubbi anche se rientrano in comportamenti assolutamente naturali.   

Puoi richiedere subito il parere di un medico mediante chat privata prenotando un teleconsulto o facendo una domanda in questa sezione.