Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

17/12/2018

Global Orgasm Day: una giornata dedicata al piacere

global orgasm day una giornata dedicata al piacere
Mara Pitari
Scritto da:
Mara Pitari
Giornalista & web content editor

Di orgasmo si dovrebbe parlare più di una volta l’anno. Al punto che la comunità internazionale ha fissato nel calendario non una ma ben due giornate mondiali dedicate al piacere: la prima è stata a luglio. La seconda, il Global Orgasm Day, si celebrerà invece il prossimo venerdì 21 dicembre.

Global Orgasm Day, un giorno per celebrare il piacere e chiedere la pace

Il Global Orgasm for World Peace – questo il nome completo – è una ricorrenza fissata in corrispondenza del solstizio d’inverno: un appello secondo il motto “fate l’amore, non fate la guerra”, che ha dato vita all’iniziativa mondiale nata anni fa per volontà di una coppia di pacifisti di San Francisco, Donna Sheehan and Paul Reffell. L’idea dei due coniugi californiani non è in realtà l’unica nel suo genere, ma sulla pagina web dell’evento  ci sono informazioni curiose sull’argomento. Si legge, per esempio, che ogni ora nel mondo si provano 100 milioni di orgasmi, 1,5 milioni al minuto.

“Succede in ogni punto del pianeta e in ogni cultura. Ed è fonte di benessere”. L’orgasmo è celebrato in ogni cultura sulla Terra. Per questa condivisione da un angolo all’altro del globo, gli organizzatori chiedono a tutti di dedicare “in questo giorno e tutti i giorni, i propri orgasmi alla pace nel mondo”.

Global Orgasm Day, focus sui benefici dell’orgasmo

L’Associazione Mondiale della Salute Sessuale (WAS) nel suo opuscolo sulla Salute sessuale per il terzo millennio scrive:

Il piacere è, probabilmente, il più potente fattore motivante per il comportamento sessuale. Ignorare questo ruolo nel contribuire alla realizzazione della salute e della felicità umana è un grave errore”.

Molti sessuologi sono inoltre concordi nel ritenere che l’orgasmo faccia bene anche alla salute: riducendo i livelli di stress, il sesso in sé migliora il benessere della persona, riducendo così i rischi di malattie cardiovascolari e disturbi di vario tipo.

Un recente studio del Journal of Sexual Medicine si è concentrato invece sull’orgasmo femminile, somministrando a 2.304 donne con un’età media di 29 anni dei questionari. Dalla ricerca, è emerso che le donne raggiungono l’orgasmo più velocemente durante la masturbazione (in circa 8 minuti) che durante il rapporto sessuale (14 minuti).

Anche il tempo medio per raggiungere l’orgasmo è più lungo di quello di un uomo. L’orgasmo però resta di per sé una esperienza individuale, sebbene l’8% delle donne (184) abbia dichiarato di non essersi mai masturbato. Un altro 7% preferisce, invece, la masturbazione, ma quasi il 60% ha affermato che gli orgasmi durante il sesso di coppia sono più soddisfacenti.

Un quarto delle donne intervistate ha ammesso, infine, che la soddisfazione di un rapporto sessuale dipende moltissimo dalla situazione in cui questo avviene e dal tipo di relazione che si instaura con il/la partner.

Per approfondire guarda anche: “Ansia e desiderio sessuale”

Leggi anche:
L'orgasmo è la più alta espressione del piacere sessuale, un'esperienza travolgente che uomini e donne vivono in maniera diversa.
TAG: Andrologia | Benessere psicofisico | Eventi salute | Ginecologia e ostetricia | Inverno | Organi Sessuali | Psicologia | Salute femminile | Salute maschile | Salute mentale | Sessualità | Sessuologia | Urologia
Mara Pitari
Scritto da:
Mara Pitari
Giornalista & web content editor