Egr Dott.,è da circa un anno che mi capita di svegliarmi dopo l'uso di alcuni medicamenti (flixonase, froben collutt, caramelle per la gola) con il solo pavimento sublinguale gonfio al punto tale che parlo male, una volta mi è successo però anche quando ho cercato di togliermi del tartaro con uno stecchino. L'altra notte dopo l'uso di jalma gel è successo nuovamente, in particolare è gonfio il frenulo della lingua e quel"cicciolino" che gli sta in centro. Quando poi sgonfia (nell'arco di un giorno) appaiono evidenti delle creste sotto la lingua biancastre. Il mio medico di base ha detto che forse è una candidosi, in effetti ierisera sopra queste creste ho rimosso un essudato biancastro tipo stracchino che le ricopriva. L'otorino invece mi ha detto di escludere una candidosi e mi ha parlato di Iperreattività (di fatto sono un allergico a pollini e acari) e che c'è poco da fare a parte un'ecografia delle ghiandole sottomandibolari. Il mio dubbio rimane in quanto non riesco a capire allora che cos'era quella patina bianca che mi ricopriva il pavimento sublinguale, davvero si può ecludere un fungo? Mi da il suo parere? Grazie