Salve. Sono una ragazza di 18 anni e da ormai più di due anni soffro di manifestazioni ansiose ogni qualvolta mi trovo in presenza di qualcuno per il quale provo attrazione sentimentale o fisica. Provo un senso di nausea fortissimo che è più volte sfociato in vomito: ciò è capitato svariate volte con più ragazzi che ho frequentato, sebbene con loro mi trovassi perfettamente a mio agio e si fossero dimostrati disponibili e comprensivi qualora io abbia descritto loro la situazione. Non appena nella mia mente si manifesta un qualsiasi pensiero di amore o di attrazione, automaticamente si presenta questa forte nausea che mi porta a vomitare. Succede non solo in presenza di qualcuno che mi interessa, ma spesso anche solo ricevendo loro messaggi, guardando film in cui ci sono coppie o storie d'amore, pensando o fantasticando su persone reali o addirittura fittizie. È come se il mio cervello subisse un cortocircuito quando viene messa in moto quella determinata area deputata a questo tipo di emozioni. La nausea ed il vomito mi rendono la vita difficile. Non voglio chiudere i rapporti con le persone per cui provo attrazione come mi sono trovata costretta a fare in passato, ma in quelle circostanze sento di dover difendere la mia salute psicofisica, e la mia mente e il mio corpo mi spingono ad evitare certe situazioni. Chiedo un parere medico per cercare di comprendere meglio la situazione che ho presentato. Grazie.