Trapianto di fegato

Il fegato è un organo situato nella parte superiore destra dell'addome e fa parte dell'apparato digerente. Svolge numerose attività vitali: elabora i nutrienti dei cibi, produce le proteine, immagazzina gli zuccheri sotto forma di glicogeno, controlla il livello degli ormoni, dello zucchero e del colesterolo nel sangue, e regola la ritenzione di liquidi. Infine, il fegato filtra le sostanze di rifiuto e aiuta l'organismo a combattere le infezioni.La funzionalità del fegato possono venire compromesse dall'abuso di bevande alcoliche, dall'epatite o da malattie presenti alla nascita. In questi casi le cellule epatiche muoiono, e vengono sostituite da tessuto cicatriziale; quest'ultimo, ostacolando la circolazione del sangue nel fegato, gli impedisce di immagazzinare i nutrienti e di filtrare le sostanze di scarto. Qualora la funzionalità di quest'organo sia gravemente compromessa, potrebbe essere necessario ricorrere a un trapianto di fegato.Durante un trapianto di fegato, l'organo ammalato viene asportato e sostituito con un fegato sano e compatibile, prelevato da un donatore deceduto.Successivamente vengono effettuati periodici controlli del sangue, per valutare se il nuovo fegato funziona correttamente. Come per qualsiasi altro tipo di trapianto, il paziente a cui è stato trapiantato il fegato dovrà essere trattato per tutta la vita con farmaci immunosoppressori, in modo da prevenire una risposta immunitaria di rigetto.