Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Come deve essere il cuscino perfetto?

come deve essere il cuscino perfetto
Health & News Health & News

La posizione che assumiamo durante il Sonno e il cuscino sul quale dormiamo sono fondamentali per garantirci un buon riposo notturno. Un cuscino sbagliato è, addirittura, responsabile di futuri problemi legati all’obesità e alla depressione.

Inoltre, com’è semplice immaginare, la posizione in cui dormiamo e il cuscino sul quale poggiamo la nostra testa per 8/10 ore al giorno sono strettamente correlati ai dolori di collo e di schiena. Nella scelta del cuscino è fondamentale tenere conto della posizione che assumiamo con maggior preferenza quando dormiamo: se siamo abituati a dormire a pancia in su, ad esempio, abbiamo bisogno di un cuscino che segua le curve naturali del collo, mentre se siamo soliti dormire su un fianco abbiamo bisogno di un cuscino la cui forma aiuti la colonna vertebrale a restare il più dritta possibile.

Utile può essere anche scegliere un cuscino di piuma d’oca che si modella facilmente rispetto alle posizioni che scegliamo. Dormire a pancia in giù è, invece, la posizione più difficile da sopportare per la colonna vertebrale poiché la schiena si inarca e il collo è girato di lato. Sebbene sia preferita da molte persone, sarebbe utile cercare di dormire a pancia in giù il meno possibile ed eventualmente di mettere un cuscino sotto la pancia per diminuire l’inarcatura della schiena.

Ecco qualche cuscino dalle particolari peculiarità:

  • cuscino cervicale: disponibile in vari materiali e forme, il cuscino cervicale ha un'imbottitura extra nella parte inferiore per sostenere il collo;
  • cuscino ad acqua: consigliato spesso da fisioterapisti e chiropratici, questo cuscino usa l'acqua per creare il proprio livello personalizzato di densità e di sostegno;
  • cuscino freddo : consigliato per chi di notte suda molto, contiene delle piccole 'perle' che assorbono il calore della testa, mantenendo sempre fresca la parte del cuscino che tocca il viso;
  • cuscino anti-russamento: grazie alla sua particolare forma dovrebbe evitare il russamento notturno. Non esistono tuttavia evidenze scientifiche in merito.

E’ bene infine ricordare che il cuscino andrebbe sostituito circa ogni 12-18 mesi poiché può sviluppare al suo interno Muffe e Acari della polvere responsabili di molto problemi respiratori.

Il punto di vista
Medicina dello sport Ortopedia e traumatologia

Tutti sappiamo come il riposo notturno sia fondamentale per lo stato di salute di tutti noi. La notte è necessario, per avere un sonno profondo, assumere la posizione più idonea e rilassante.

In tutto ciò la superficie di appoggio è fondamentale perciò la scelta del materasso e del cuscino assumono un’importanza rilevante. Appurato che il materasso debba essere né troppo rigido né troppo morbido, giacchè nel primo caso provoca contratture e nel secondo caso assume la forma del corpo e provoca escursioni eccessive della muscolatura; il cuscino necessita di una conformazione particolare.

La posizione del collo e della colonna cervicale devono essere più estesi possibile. Perché ciò avvenga esistono dei cuscini a forma di cilindro che seguono l’andamento della colonna cervicale e la sua conformazione anatomica.

E' chiaro che se la colonna appoggia totalmente sul cuscino la muscolatura si rilassa nel miglior modo e si evitano tutta una serie di patologie legate alle contratture muscolari che sono spesso cause di dolori e brachialgia (irradiazioni dolorose lungo le braccia) che creano sofferenza durante la giornata lavorativa.

Il cuscino è un compagno indispensabile del nostro riposo notturno. Non è una cattiva abitudine, specialmente per chi viaggia molto, portare al seguito un cuscino idoneo. Spesso gli alberghi non ne forniscono di validi per un corretto riposo e può essere nocivo dormire per più notti su cuscini inadatti.

06/06/2015
18/12/2013
TAG: Disturbi del sonno | Ortopedia e traumatologia | Obesità | SLEEP - Disturbi del sonno