Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Prelievo Organi

   Un cuore, un rene, un fegato nuovo. Fino a qualche anno fa l'Italia era il Paese europeo dove il numero dei trapianti era il più basso. In tutti gli altri, dalla Spagna alla Svizzera, dalla Francia al Portogallo, gli interventi di questo tipo erano, in proporzione alla popolazione, molto più numerosi.

   Una serie di iniziative stanno però cambiando la situazione. Nuovi centri sempre più all'avanguardia insieme all'attuazione di normative più incisive stanno trasformando i dubbi degli italiani in certezze via via più solide.

   Il Lazio sta contribuendo in maniera evidente a questa evoluzione: negli ospedali è stato istituito il coordinatore locale e le ASL hanno aperto gli sportelli per raccogliere le dichiarazioni di volontà. Anche nel Lazio, ora in linea con l'andamento europeo, il numero dei donatori è in continua crescita.

Attivita' di trapianto anno in corso

Caratteristiche dei donatori

Tra le cause di morte cerebrale registrate durante il 2000 nell’attività regionale di donazione e prelievo, la più frequente è l'emorragia cerebrale (52%). Questo dato contrasta con quanto si registra da ormai diversi anni nelle regioni con maggior attività di donazione, nelle quali gli accidenti cerebrovascolari rappresentano la causa di morte più comune.

CAUSE DI MORTE CEREBRALE

%

Vascolare

50

68,5

Trauma cranico

18

24,6

Anossia cerebrale

5

6,9

Tumore cerebrale

0

0



Il riscontro che la causa di morte più frequente dei donatori (...........) è stata quella dovuta agli accidenti cerebrovascolari , costituisce un indicatore importante dell'efficacia nell'identificazione del PDO dimostrando come i centri di rianimazione del Lazio abbiano allargato i criteri di idoneità dei PDO.

CLASSI DI ETÀ

Classe

15-30

31-45

45-60

>60

N° donatori

6

11

9

21

26

%

8,2

15,1

12,3

28,8

35,6



La suddivisione dei donatori utilizzati in base alle classe di età ha confermato l’osservazione precedente che i donatori segnalati ed utilizzati nella nostra regione appartengono prevalentemente alle fasce di età più avanzate.
Infatti il gruppo dei donatori con età >45 anni, che ha come causa di morte più frequente l'emorragia cerebrale, rappresentata il gruppo più numeroso.

Indice di utilizzo

L’indice di utilizzo dei PDO utilizzati permette di valutare il grado di idoneità al trapianto che complessivamente è stato registrato per i diversi tipi di organi prelevati.

 
Rene
Cuore
Fegato
Pancreas
Polmone
Split
Intestino
P
T
P
T
P
T
P
T
P
T
P
T
P
T

Gennaio

6
6
0
0
2
2
0
0
0
0
0
0
0
0

Febbraio

14
10
2
2
5
5
0
0
2
0
0
0
0
0

Marzo

10
8
1
1
4
4
0
0
0
0
0
0
0
0

Aprile

12
10
3
3
6
4
0
0
0
0
0
0
0
0
Maggio
12
11
0
0
5
5
0
0
0
0
0
0
0
0
Giugno
12
10
2
2
8
5
2
2
0
0
0
0
0
0
Luglio
14
14
5
5
7
7
0
0
0
0
0
0
0
0
Agosto
8
3
0
0
4
2
0
0
0
0
0
0
0
0
Settembre
10
6
0
0
4
3
0
0
0
0
0
0
0
0
Ottobre
14
6
1
1
5
5
0
0
0
0
0
0
0
0
Novembre
16
12
4
4
6
6
2
2
2
2
0
0
0
0
Dicembre
4
4
0
0
3
3
0
0
0
0
0
0
0
0
Totale
132
100
18
18
59
51
4
4
4
2
0
0
0
0


Ciò che colpisce da un primo confronto tra il 1999 ed il 2000 è il riscontro di valori più bassi nel 2000 per gli organi rene, cuore e polmone. Questo è dovuto al fatto che l’incremento dei donatori che è stato registrato si è avuto prevalentemente nelle fasce di età più alte (età > 60) .
06/02/2007