Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

26/03/2018

Giornata Mondiale per la consapevolezza dell'Autismo

giornata mondiale per la consapevolezza dell autismo
Mara Pitari
Scritto da:
Mara Pitari
Giornalista & web content editor

La Pasquetta 2018 si tinge di blu in occasione della Giornata mondiale della Consapevolezza dell’Autismo che quest’anno arriva proprio nel lunedì dell’Angelo, il 2 aprile. Come di consueto, in molte città italiane i principali monumenti verranno illuminati di una luce azzurrina. E per accendere ulteriormente i riflettori su una sindrome cresciuta di dieci volte negli ultimi quarant’anni, la FIA - Fondazione Italiana Autismo - dà il via alla terza edizione della campagna di sensibilizzazione #sfidAutismo18, in programma dal 2 al 15 aprile. Vediamo allora cosa succede nelle città e nei paesi che hanno aderito.

Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo: gli eventi da Sud a Nord

A proposito di blu, per dare il via alla celebrazione della Giornata Mondiale dell’Autismo, lo scorso weekend del 24 e 25 marzo, in dieci piscine italiane (a Roma, Napoli, Firenze, Milano, Foggia, Treviso, Reggio Calabria, Siracusa, Brindisi e Alessandria) è tornata l’Abbracciata Collettiva: una maratona di 30 ore, dalle 7,30 di sabato alle 13,30 di domenica, in cui tutti i partecipanti hanno potuto dare un segno di vicinanza e condivisione nuotando, galleggiando, stando in corsia per 15 minuti insieme ai ragazzi che svolgono durante l’anno la Terapia Multisistemica in Acqua (TMA metodo Caputo-Ippolito).

E da Sud a Nord ci si sta organizzando per far sentire la propria voce a proposito di autismo. A Bovalino (Reggio Calabria) dal 2 al 9 aprile sarà inaugurato, nell’istituto comprensivo cittadino, il Punto Luce Autismo a cura dell’associazione Adda. In Campania, a Sarno (Sa), “La Filanda Lars riabilitazione ambulatoriale e domiciliare” organizza FilandAut: settimana di laboratori didattici, cineforum, miniolimpiadi e convegni (dal 4 al 7 aprile).

In Emilia Romagna, Angsa Bologna, in occasione della partita di basket della Virtus di domenica 25 marzo, ha portato al palasport lo striscione della Giornata mondiale dell’Autismo in collaborazione con la Lega Basket. Distribuzione di gadget in tutta la provincia e convegno (il 6 aprile dalle 10 alle 14) nella sede della Regione Emilia Romagna “I nostri colori sotto un cielo blu”.

A Genova il 31 marzo  inaugurazione della mostra fotografica “Accogliere la diversità, comprendere il disturbo” di Nicolò Metti, in collaborazione con le Associazioni Philos e Guardami negli occhi. Previsto gazebo informativo e di raccolta fondi il 2 aprile in piazza De Ferrari. A La Spezia venerdì 6 aprile dalle 16 nella sede della Fondazione Carispe (via Chiodo) rassegna di 4 cortometraggi che affrontano il tema dell’autismo a cura di La Spezia Film Festival.

A Torino il 6 aprile alle 9, nel presidio sanitario San Camillo (strada Santa Margherita 136), ci sarà “Giochi non solo per giochi”, con la presentazione di un manuale operativo sulle possibili attività di gioco utili a instaurare un contatto con i bambini autistici sviluppando anche funzioni motorie e cognitive. Dal 2 all’8 aprile, inoltre al cinema Massimo ci sarà la rassegna Cinemautismo. Per questi e tanti altri eventi – la lista è ancora in aggiornamento – si può consultare il sito della FIA (fondazione-autismo.it) alla pagina #SfidAutismo18 cliccando sul link “Eventi in Italia”.

Giornata Mondiale dell’Autismo, luce blu su uno dei disturbi più misteriosi

Che cosa sappiamo dell’autismo? Sempre un po’ di più, ma forse ancora troppo poco. Oggi sta diventando improprio usare semplicemente il termine “autismo”. Meglio parlare – secondo il Manuale Diagnostico e Statistico dei disturbi mentali – di “disturbi dello spettro autistico” intendendo un insieme di patologie che presentano due sintomi comportamentali: l’alterazione della comunicazione e dell’interazione sociale e la presenza di interessi ristretti e comportamenti ripetitivi. Questi disturbi vengono diagnosticati sulla base dell’osservazione clinica ma ad oggi non sono disponibili marker biologici specifici per la diagnosi.

La ricerca su possibili terapie farmacologiche per i disturbi dello spettro autistico non ha finora prodotto grandi risultati, perché questo gruppo di patologie include pazienti con grande variabilità di caratteristiche. La speranza degli scienziati è che, all’interno della categoria disturbi dello spettro autistico, sia possibile identificare sottogruppi di pazienti con caratteristiche cliniche (per esempio componente genetica) comuni che permettano di mandare avanti la ricerca in una unica direzione.

Per approfondire guarda anche: “Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività”

Leggi anche:
L'autismo e i disturbi dello spettro autistico sono caratterizzati dall'incapacità di comunicare e sviluppare relazioni sociali.
TAG: Bambini | Disturbi dell'umore | Eventi salute | Malattie psichiatriche | Neuropsichiatria infantile | Psichiatria | Salute mentale | Sistema Cognitivo
Mara Pitari
Scritto da:
Mara Pitari
Giornalista & web content editor