Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

21/04/2016

Lotta al diabete, a Bari nuova tappa di #5innovazioni

GoSalute
Scritto da:
GoSalute
Oggi, giovedì 21 aprile, a Bari, nuova tappa di #5innovazioni, il contest promosso da Sanofi Italia, azienda farmaceutica tra i leader al mondo con oltre 110mila collaboratori in più di 100 Paesi, alla ricerca di idee e progetti per innovare il settore del contrasto al diabete.
 
Alle 18, presso l’Impact Hub Bari di via Volga (Fiera del Levante), si svolgerà un confronto tra associazioni di pazienti, community, startupper e innovatori.
 
In serata, poi, è prevista anche la presentazione dei dati di una ricerca regionale sui pazienti con diabete, realizzata da GFK.
 
Inoltre, ci sarà la presentazione dell’idea finalista al contest, sviluppata dall’Associazione Pugliese per l’aiuto al Giovane con Diabete, basata sull’importanza di sensibilizzare sulla malattia nelle scuole.
 
Infatti, come si legge sul sito dell’associazione, il progetto si ispira liberamente  al “Documento strategico per l’inserimento del bambino con diabete a scuola”, creato dal lavoro congiunto di Ministero della Salute, MIUR, SIEDP, e AGD, con l’obiettivo di  promuovere una campagna formativa/informativa nelle scuole della Puglia per fornire corrette informazioni sul diabete tipo 1 dei bambini/adolescenti, e permettere loro una vita scolastica serena e sicura.
 

Il progetto di APGD

“Il rientro a scuola - si legge nel comunicato - dopo la diagnosi di malattia cronica non è mai facile, per la famiglia, per il bambino e per i docenti. La scuola rappresenta il mondo sociale del bambino/adolescente, il contesto in cui il bambino confronta davvero se stesso al di fuori dell'ambito protetto della famiglia, è il luogo dove verifica quello che i genitori e i medici gli hanno detto rispetto alla sua normalità”.
 
“Il ruolo dei docenti - continua la nota - così come quello degli operatori sanitari, riveste una grande importanza nel percorso di adattamento psicologico alla malattia, sia per il bambino/ragazzo che per la sua famiglia, favorendo l'accettazione della malattia, la sua corretta gestione supportando l'acquisizione di competenza, autonomia, coinvolgimento e un buon equilibrio psicologico per una buona qualità di vita”.
 
“La scuola accoglie il bambino/ragazzo - prosegue l’associazione - nella sua interezza; una buona scuola è quella pronta ad accogliere e valorizzare l'unicità del soggetto, costituendo un fattore di protezione per l'adattamento alla cronicità e di promozione per la qualità della vita”.
 
Due, quindi, gli obiettivi della campagna:
 
  1. Diffondere le conoscenze necessarie al personale scolastico per affrontare serenamente la quotidianità accanto ai bambini e ragazzi con diabete;
  2. Garantire anche durante l’orario scolastico: controlli della glicemia, somministrazione dei farmaci, gestione di eventuali crisi ipoglicemiche, adeguata alimentazione, svolgimento in sicurezza di attività ludico-sportive, piena integrazione del bambino con diabete.
 

Le prossime tappe del contest

Il contest, che culminerà il 19 maggio a Roma con la premiazione, dopo le tappe di Milano, Napoli, Perugia e, per l’appunto Bari, approderà martedì 10 maggio a Cagliari.
 
Al vincitore andranno 20mila euro per la realizzazione o il completamento del progetto presentato.
GoSalute
Scritto da:
GoSalute