04/10/2017

Mese della prevenzione dentale

mese della prevenzione dentale
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche

Dal 1980, ogni anno ad ottobre, torna il Mese della prevenzione dentale, il programma di prevenzione odontoiatrica voluto e promosso da ANDI – Associazione Nazionale Dentisti Italiani che intende informare e sensibilizzare i cittadini sull’importanza della salute orale.

Giunto alla sua 37esima edizione, il mese della prevenzione dentale è diventato un appuntamento fisso per le famiglie italiane per effettuare una visita di controllo completamente gratuita: un’occasione per valutare lo stato di salute orale di tutta la famiglia e ricevere anche dei consigli utili di come conservare un sorriso bello e sano.

Prevenire è meglio che curare, il motto del Mese della prevenzione dentale

La cultura della prevenzione dentale è finalizzata ad evitare nel tempo l'insorgere di problematiche orali che richiedano interventi più importanti e quindi costosi. “Rendere maggiormente ricettiva e sensibile la popolazione alla cultura della prevenzione è la sfida di questa 37esima edizione del Mese della Prevenzione Dentale”, ricorda il dottor Mauro Rocchetti, vice presidente vicario nazionale di ANDI. “È indispensabile educare all’igiene dentale la popolazione fin dall’età pediatrica”.

Sottoporsi a regolari visite di controllo permette di curare i disturbi del cavo orale ed evita l’insorgenza di complicanze che possono compromettere la salute di un individuo. Per un check up preventivo gratuito con uno dei 10.000 dentisti ANDI che aderiscono all’iniziativa, basta chiamare il numero verde 800.800.121 o visitare il sito www.mentadent.it.

Le regole per una corretta igiene orale

  • La prevenzione comincia già dalla primissima infanzia: il bambino deve essere sottoposto a controlli periodici per evitare l’insorgenza di problemi molto comuni tra i più piccoli come la carie.
  • Per mantenere una corretta igiene orale, bisogna lavare i denti almeno 2 volte al giorno e più in generale ogni volta che si assume cibo. Gli zuccheri contenuti negli alimenti sono i principali responsabili di placca e tartaro. Lo spazzolino, inoltre, deve essere cambiato ogni 3 mesi.
  • Lo spazzolamento manuale dei denti deve avvenire sempre in verticale, quindi dalla gengiva verso il dente. Il consiglio è di spazzolare anche l’interno della dentatura e della guance e la lingua per evitare il deposito di batteri.
  • Il collutorio e il filo interdentale sono strumenti fondamentali per la salute orale. Se usati almeno una volta al giorno, aiutano a rimuovere in profondità i residui di cibo e a evitare la proliferazione dei batteri responsabili di placca e tartaro.
  • Affidarsi a uno specialista è una regola imprescindibile. Il dentista è la persona più indicata a cui chiedere consigli per avere una bocca in salute.

Per approfondire guarda anche: “Gengivite”

Leggi anche:
Infezioni, tabacco o alcol possono causare la glossite. Per ridurre l'infiammazione è essenziale mantenere una buona igiene orale.
TAG: Bocca e denti | Eventi salute | Odontoiatria | Prevenzione
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche