Logo Paginemediche
Variante Xe Covid, quali sono i sintomi

Variante Xe Covid, quali sono i sintomi

Preoccupa la variante Xe del Sars-CoV-2, che si manifesta con nuovi sintomi a cui prestare attenzione.
In questo articolo:

Sotto osservazione la variante Xe Covid, la nuova mutazione di Sars-CoV-2 appartenente alla famiglia Omicron, che da qualche mese attenziona la sanità pubblica globale.

Ecco aggiornata la lista di sintomi a cui prestare attenzione.

Variante Xe, cosa sappiamo?

La variante Xe è stata scoperta a fine gennaio 2022 in Inghilterra e si presenta come un mix tra variante Omicron 1 e 2, due ceppi affini con la stessa contagiosità e patogenicità.

Secondo gli studi iniziali, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha affermato che potrebbe essere più trasmissibile della precedente sottovariante 2 (attualmente responsabile del 90% dei contagi nel mondo) di circa il 10%, ma non più aggressiva e mortale.

I casi ad oggi accertati sono circa 640, numeri ridotti per poter avanzare delle statistiche; eppure, qualcosa gli esperti già hanno notato: l'ordine di frequenza dei sintomi sta cambiando e bisogna tenerne conto.

I sintomi della variante Xe

L’NHS - National Health Service britannico - ha aggiunto all’elenco dei disturbi provocati dal Covid-19 alcuni nuovi sintomi riferiti dai pazienti colpiti dalla variante Xe.

Come già riscontrato dalle varianti Omicron 1 e 2, l’infezione si manifesta come un comune raffreddore (in particolare tra coloro che sono stati vaccinati) con rinorrea, naso chiuso, mal di gola e starnuti.

In altri con sintomi simili all’influenza con febbre, mal di testa, dolori muscolari e ossei, tosse persistente e talvolta perdita di olfatto e gusto.

A questi però si sarebbero aggiunti nuovi sintomi:

  • fiato corto e mancanza di respiro
  • stanchezza ed esaurimento
  • perdita di appetito
  • vertigini e nebbia cerebrale
  • disturbi cardiaci e palpitazioni
  • diarrea.

Sono in corso ulteriori indagini sulla variante Xe Covid poiché i dati attualmente non permettono di trarre molte conclusioni se non un avvertimento: non bisogna abbassare la guardia.

 
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Medicina generale e Malattie infettive
Messina (ME)
Specialista in Medicina generale e Malattie infettive
Catania (CT)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Medico di Medicina generale
Prov. di Napoli
Medico di Medicina generale
Prov. di Roma
Medico di Medicina generale
Prov. di Parma
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Dietologia e Medicina generale
Prov. di Torino
Specialista in Dietologia e Medicina generale
Dalmine (BG)
Specialista in Dietologia e Medicina generale
Prov. di Roma
Contatta il migliore specialista nella tua città
Medico di Medicina generale
Bojano (CB)
Specialista in Genetica medica e Medicina generale
Sant'Apollinare (FR)