La telemedicina nella gestione della psoriasi

La telemedicina nella gestione della psoriasi

Modelli innovativi di gestione della psoriasi sono possibili grazie alla telemedicina applicata alla dermatologia.
In questo articolo:

Il ruolo della tecnologia digitale in dermatologia è in continua crescita, infatti, sempre più medici e pazienti utilizzano servizi di telemedicina nella gestione della psoriasi.

L’uso della telemedicina in dermatologia

La telemedicina è uno strumento molto utile in dermatologia perché comprende un’ampia gamma di servizi abilitati alla tecnologia che permettono il contatto medico-paziente a distanza.

Questi servizi possono includere cose semplici, come inviare foto, conversare via chat o perfino condurre una visita di controllo in video.

Molte malattie comuni della pelle, infatti, possono essere valutate con un esame visivo e per questo la telemedicina si dimostra un prezioso strumento sanitario, veloce e flessibile, perché orchestra più soluzioni e servizi senza spostamenti fisici ma attraverso smartphone, tablet e pc garantisce un accesso unico alla gestione del problema.

Telemedicina nella gestione psoriasi

La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica della pelle molto complessa e debilitante che richiede un monitoraggio costante dei sintomi poiché alterna periodi acuti di intenso rossore, desquamazione, prurito a fasi anche lunghe di remissione.

Talvolta la malattia è associata a una serie di gravi comorbidità, tra cui artrite infiammatoria, malattie cardiovascolari e depressione grave che richiedono un supporto al paziente multi-sistemico tra più specialisti.

In questo contesto si inserisce la telemedicina, utile nel percorso di cura del paziente che ha una diagnosi nota di psoriasi e che necessita di controlli periodici e aggiustamenti della terapia nel tempo.

Ad esempio, grazie a servizi come la videovisita è possibile sostenere le visite di follow-up a distanza, ma anche avere un accesso rapido a visite multi-specialistiche da remoto (con reumatologo o psicologo) oppure quando non si è del tutto soddisfatti della terapia, migliorare l’esito delle cure attraverso consulenze mediche via chat.

Inoltre, anche la persona con sospetta psoriasi può affidarsi alla telemedicina per ottenere velocemente un confronto audio-video con uno specialista, e risolvere rapidamente alcune perplessità ottenendo i suggerimenti più adeguati ad affrontarle, direttamente online.

Psoriasi e telemedicina: i vantaggi

La telemedicina, come spiegato, può essere utilizzata come consulenza, diagnosi, trattamento e persino istruzione dei pazienti con psoriasi.

In particolare, i vantaggi di una gestione innovativa delle patologie corniche della pelle comprendono:

  • l’accesso regolare ai dermatologi per le visite di follow up;
  • una comunicazione più collaborativa e informata tra paziente, medico di famiglia e specialista;
  • la continua sperimentazione di esiti clinici migliori;
  • la risoluzione delle preoccupazioni dei pazienti in modo più diretto e tempestivo.

Il risultato è una gestione della psoriasi più controllata che enfatizza la collaborazione, la qualità e l'efficacia dei trattamenti, coinvolgendo attivamente il paziente nella gestione della sua malattia.