Studio JMIR: dimostrata l'efficacia delle caratteristiche predittive di Paginemediche

Studio JMIR: dimostrata l'efficacia delle caratteristiche predittive di Paginemediche

L’utilizzo di piattaforme di medicina digitale e la raccolta online di dati sanitari possono anticipare l’andamento dei contagi da Covid-19.
In questo articolo:

L’utilizzo di piattaforme di medicina digitale e la raccolta online di dati sanitari possono anticipare l’andamento dei contagi da Covid-19. È quanto conferma uno studio scientifico pubblicato sul Journal Of Medical Internet Research (JMIR) e realizzato da Paginemediche in collaborazione con l’Unità di Ricerca Medicina Predittiva e Preventiva dell’Ospedale Bambin Gesù di Roma - il più grande Policlinico e Centro di ricerca pediatrico in Europa.

Chatbot e intelligenza artificiale per il monitoraggio del Covid-19 

Il gruppo di ricercatori ha preso in esame oltre 75 mila sessioni avviate tramite il sistema di supporto decisionale online sviluppato da Paginemediche, una chat guidata da un algoritmo di intelligenza artificiale, capace di rispondere ai quesiti degli utenti riguardo il COVID-19 e di raccomandare i comportamenti più appropriati, in accordo con quanto previsto dal Ministero della Salute. 

I dati forniti in maniera anonima dagli utenti su sintomi sospetti e raccolti online attraverso il chatbot hanno consentito di prevedere i picchi di casi notificati di Covid-19 di circa una settimana. Grazie, dunque, a sistemi di supporto decisionale online è possibile identificare in maniera precoce una patologia, prevedere l’andamento di una malattia, identificare punti geografici a maggiore o minore diffusione e sostenere in maniera concreta chi è chiamato a contrastare fenomeni pandemici come nel caso del Covid-19. 

La gestione della salute diventa preventiva

Lo studio pubblicato sul JMIR rappresenta un’importante validazione scientifica che rafforza il posizionamento di Paginemediche come piattaforma di telemedicina e di orchestrazione di servizi innovativi orientati alla digitalizzazione del PDTA (Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale), in accordo anche con quanto stabilito dal PNRR per il settore sanitario. 

L’efficacia, dimostrata da questo studio, delle caratteristiche predittive di una piattaforma di salute digitale come Paginemediche ci mette di fronte a un vero e proprio cambio di paradigma: la gestione della salute sarà sempre più preventiva e meno reattiva, personalizzata per ciascun individuo e integrata su più livelli assistenziali.  

Prenderà sempre più importanza la cultura del dato sanitario, non solo per il controllo e il monitoraggio del paziente ma soprattutto quale strumento di natura preventiva diagnostica e di programmazione sanitaria su larga scala. 

In quest’ottica, giocano un ruolo fondamentale anche le Associazioni Pazienti, le strutture sanitarie e le aziende di settore: creare partnership di successo permette di migliorare l’accesso alla salute, garantire il monitoraggio dei parametri di salute, la continuità assistenziale in qualsiasi condizione e favorire una cura più moderna e vicino alle esigenze dei pazienti.