Carenza di ferro: 7 alimenti per contrastarla

carenza di ferro 7 alimenti per contrastarla
Floriana Arminante
Scritto da:
Floriana Arminante
Web Copywriter

Il ferro svolge una funzione fondamentale per il nostro organismo: è, infatti, il minerale indispensabile per l’attività dell’emoglobina, la molecola presente nei globuli rossi che trasporta l’ossigeno nel sangue.

La carenza di ferro (o sideropenia), situazione molto comune tra le donne durante la gravidanza, incide negativamente sull’ossigenazione del corpo. I sintomi di questa condizione sono diversi ma debolezza, spossatezza e sonnolenza sono quelli più frequenti.

Nel 50% dei casi la carenza di ferro è dovuta a uno scarso apporto nutrizionale: una dieta povera di ferro, di acido folico e di vitamina B12. Alcune modifiche allo stile di vita, con un’adeguata alimentazione, possono aiutare a contrastare la sideropenia, garantendo invece al nostro organismo il giusto apporto di ferro. Ecco quali sono i cibi giusti per combattere la sideropenia.

Cereali e frutta secca

Grazie alla notevole quantità di ferro contenuta, gli esperti consigliano di assumere circa 40 g al giorno di cereali, magari a colazione.

Buona abitudine sarebbe anche quella di consumare ogni giorno una piccola quantità di frutta secca, fonte di nutrienti essenziali per il corpo e in particolar modo per chi pratica attività sportiva. Le mandorle, ad esempio, sono tra gli alimenti meno calorici e maggiormente ricchi di fibre e ferro. I pistacchi, inoltre, riducono il rischio cardiovascolare e aiutano l’organismo a difendersi dagli attacchi dei radicali liberi.

I legumi

I legumi sono particolarmente ricchi di proteine e fibre e, proprio per questo, rappresentano un ottimo rimedio per combattere la stitichezza. Via libera, dunque, a fave, piselli, fagioli, ottimi anche per la linea. Tra tutti, sono i ceci a contenere la maggiore quantità di ferro: 2,2 mg per 100 g.

Cioccolato fondente

Buone notizie per i più golosi! Tra gli alimenti più ricchi di ferro anche il cioccolato fondente. Il cibo degli dei, inoltre, aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari, agisce positivamente sull’umore e, grazie alla quantità di polifenoli contenuti, ha grandi capacità antiossidanti.

Fegato di manzo

Il fegato, e in particolar modo quello di manzo, è una fonte eccellente di ferro; inoltre contiene molte proteine, vitamine e sali minerali. Caratteristiche queste che lo rendono un alimento perfetto da introdurre nella dieta di qualsiasi individuo e da raccomandare alle donne in gravidanza. Attenzione, però, a non esagerare! È molto ricco di colesterolo.

Frutti di mare

Cozze, vongole e ostriche: i frutti di mare garantiscono un significativo apporto di ferro, proteine e sali minerali, in particolar modo di sodio, e sono ottimi per disintossicare il corpo e mantenere capelli e unghie sani. Occorre però ricordare che la concentrazione di colesterolo è piuttosto elevata. Il consiglio, dunque, è quello di non accedere nel consumo.

Carne di cavallo

La carne di cavallo, considerata un alimento nobile, è particolarmente indicata per le donne durante la gravidanza, per i bambini e gli sportivi. Il ferro contenuto nella carne di cavallo risulta altamente biodisponibile e può essere assorbito in proporzioni tre volte maggiori. Si distingue, inoltre, per il ridotto contenuto di grassi e per essere facilmente digeribile.

Rucola

Colore vivo e sapore intenso. La rucola è ricca di vitamina C e sali minerali ma povera di calorie. Presenta notevoli proprietà nutrizionali e terapeutiche: aiuta la digestione, rafforza il sistema immunitario, depura l’organismo e protegge dal cancro.

Leggi anche:
L'anemia mediterranea è una malattia genetica non infettiva che si trasmette per via ereditaria e i cui sintomi si manifestano fin dai primi mesi di vita.
07/06/2017
03/02/2017
Floriana Arminante
Scritto da:
Floriana Arminante
Web Copywriter