Come preparare le tisane

come preparare le tisane

Tisane ottenute per decozione

Si adoperano sotto forma di decotto le sostanze non aromatiche che contengono principi stabili al calore, le miscele costituite da radici, cortecce, semi ed altre parti dure, e quindi meno penetrabili all’azione dell’acqua calda (infusione).

Per le parti legnose, infatti, si richiede da parte del solvente un’azione più forte, intesa ad estrarre i principi attivi, sempre che gli stessi non siano delicati o termolabili, nel qual caso si rende necessario comunque ricorrere all’infuso.

Il decotto si prepara immergendo la miscela sminuzzata nella quantità prescritta di acqua bollente, si copre e si lascia bollire per circa 10-20 minuti; quindi di filtra e si utilizza. La bevanda va bevuta a temperatura moderatamente calda o tiepida, mai in ogni caso bollente o molto fredda; può essere utilizzata altresì per fare i bagni ad alcune parti del corpo o se ne possono impregnare compresse di garza o di cotone da applicare sulla pelle. Esattamente come per gli infusi, anche per i decotti il tempo di contatto influisce su colore, sapore ed attività.

Di seguito alcune tisane ottenute per decozione.

Tisana per l’acidità di stomaco

L'acidità di Stomaco può essere causata dall’aumento dei succhi gastrici dovuto a gastriti, duodenite, colecistite. In 1 litro d’acqua far bollire per 10 minuti 5 cucchiai di miscela composta nel seguente modo e bere un piccolo bicchiere prima dei pasti:

  • arcangelica radice: gr. 30
  • valeriana radice: gr. 30
  • rabarbaro radice: gr. 20
  • arancio foglie: gr. 20

Tisana per l'allattamento

In un litro d’acqua far bollire per 5 minuti la seguente miscela di erbe, berne almeno tre bicchieri al giorno lontano dai pasti:

  • semi di finocchio: gr. 40
  • galega: gr. 40
  • fiori di sambuco: gr. 10

Tisana contro il catarro

In 1 litro d’acqua far bollire per 7-8 minuti 6 cucchiai della seguente miscela di erbe, berne 3 tazze al giorno lontano dai pasti:

  • eucalipto foglie: gr. 30
  • salvia foglie: gr. 30
  • timo: gr. 30

Tisana per il ciclo mestruale doloroso (Consultare il medico)

In una tazza di acqua bollente mettere in Infusione per 3-4 minuti la seguente miscela di erbe e berne una tazza la sera prima del Sonno, otto giorni prima del ciclo:

  • fragola: gr. 20
  • melissa: gr. 20
  • calendula: gr. 20

Tisana per gli ascessi

L’ascesso è costituito da una cavità piena di pus. Fare bagni più caldi possibile in acqua fortemente salata. Bollire per 5 minuti in 500 ml d’acqua 100 gr. di farina di semi di lino ed applicare ben caldo sulla parte interessata; oppure cuocere 50 gr. di fichi secchi tritati in 200 ml di latte sino ad ottenere una specie di burro da applicare sulla parte interessata; oppure applicare mezzo pomodoro e lasciare agire per 12 ore, fasciando la parte. Ciascun trattamento va ripetuto fino a maturazione dell’ascesso. 

Tisana per l'artrite

Bollire per 10 minuti in 500 ml di acqua 30 gr. della seguente miscela di erbe e berne 2 tazze al giorno lontano dai pasti:

  • foglie di frassino: gr. 40
  • foglie di betulla: gr. 30
  • sommità di olearia: gr. 40
  • fiori di borragine: gr. 30
  • foglie di carciofo: gr. 20
  • fiori di arnica: gr. 10

Tisana per i geloni

Far bollire in un litro d’acqua per 10 minuti la seguente miscela poi praticare impacchi caldi e tenere fasciate in panni di lana le parti interessate:

  • foglie di noce: gr. 30
  • cipresso galbuli: gr. 30
  • ippocastano castagne: gr. 25

Tisana per l'influenza

In 1 litro d’acqua bollire per circa 7-8 minuti la seguente miscela di piante e berne 3 tazze al giorno:

  • issopo: gr. 20
  • timo: gr. 10
  • eucalipto: gr. 10
  • salvia: gr. 20
  • pino: gr. 10

Tisana per capelli

In 1 litro di acqua mettere a bollire per 5 minuti 2-3 manciate di foglie di noce. Il liquido, usato per il risciacquo dei capelli, ridona vigore, lucentezza e colore.

Quando i principi attivi sono più sensibili al calore, l’estrazione degli stessi avviene per macerazione, grazie cioè alla sola azione dell’acqua, dell’alcol o dell’olio extra vergine di oliva a temperatura ambiente: dopo averla finemente triturata, si pone a bagno la sostanza vegetale e la si lascia macerare.

Questa preparazione richiede molto tempo: si rendono necessarie infatti 12 ore circa per le parti della pianta più tenere, mentre i tempi si allungano a 24 per quelle dure e legnose. Le piante macerate si conservano per poco tempo, 24 ore circa se estratte in acqua, circa 30 giorni se estratte in alcool.

Tisane ottenute per macerazione

Di seguito alcune tisane ottenute per macerazione.

Tisana per l'anemia

In 1 litro di corposo vino bianco di ottima qualità far macerare per 6-8 giorni la seguente miscela e berne un bicchierino da liquore prima dei pasti:

  • centaurea minore: gr. 20
  • radice di genziana: gr. 20
  • rosmarino: gr. 10
  • salvia: gr. 5

Tisana per l'artrite

Macerare in 300 gr. d’olio extra vergine di oliva per 30 giorni ed esporle al sole, quindi usare per massaggiare le parti interessate:

  • foglie di ruta: gr. 20
  • bacche pestate di ginepro: gr. 20
  • canfora: gr. 20
  • fiori di arnica: gr. 10
  • olmaria: gr. 40

Tisana per prurito da geloni

Macerare per 5 giorni in una tazza di olio extra vergine di oliva 30 gr. di fiori di lavanda, frizionando le mani col preparato.

Tisana per capelli (per rinforzare la capigliatura)

In 1 litro d’acqua mettere a macerare cinque malli di noce ancora verdi per circa 9-10 giorni. Il liquido, usato per il risciacquo dei capelli, serve anche a ridonare vigore, lucentezza e colore.

Tisana per capelli grassi

Mettere a macerare per 7 giorni in 100 cc. di alcol non denaturato la seguente miscela e frizionare i capelli con il liquido ottenuto:

  • foglie di betulla: gr. 30
  • radice di ortica: gr. 20
  • foglie di rosmarino: gr. 10
  • ginseng: gr. 5
  • foglie di salvia: gr 25

Lozioni per i capelli

1. Lozione al peperoncino

Lasciare macerare per 9-10 giorni la seguente miscela, filtrare la lozione ottenuta e frizionare delicatamente il cuoio capelluto:

  • peperoncino rosso: gr. 10
  • lavanda: gr. 5
  • rosmarino: gr. 5
  • alcol etilico 60°: gr. 120

2. Lozione alla camomilla

Frizionare delicatamente il cuoio capelluto con il seguente composto:

  • acqua distillata: cc. 20
  • alcol puro: cc. 20
  • estratto di camomilla: 2 gocce
  • estratto di rosmarino: 2 gocce
  • estratto di ortica: 3 gocce

Ecco dunque esposti alcuni esempi di ottime tisane che, per la verità, non hanno né potrebbero avere nessun carattere di prescrizione medica ed anzi ci corre il dovere di specificare che è importante non avvicinarsi al mondo delle erbe da sprovveduti profani, come pasticcioni 'fai da te': si potrebbero invalidare i benefici effetti delle miscele o peggio porre in essere mix addirittura dannosi per la salute: le erbe, le piante, i frutti sono il meglio che la natura possa offrirci, con cui l’approccio è sicuro solo sotto la guida di persone pratiche ed esperte.

E che altro ci resta da fare, se non formulare il nostro miglior augurio di una buona tisana a tutti! In fin dei conti, poi, sorseggiare con calma una bella tazza di tisana calda d’inverno per mitigare il rigore del clima, anche fresca d’estate, per mitigare la calura, è uno di quei pochi momenti che ancora possiamo concederci, a prescindere anche dal miglioramento stesso del benessere fisico.

Leggi anche:
L’eucalipto è una pianta originaria dell’Australia con numerose proprietà terapeutiche. Ottimo contro le malattie da raffreddamento e le infezioni.
18/07/2018
16/01/2012
TAG: Benessere psicofisico | Nutrizione | Scienza dell'alimentazione | Cosmesi | Salute femminile | Stomaco | Terapie