Agosto è al capolinea e con lui se ne va piano piano anche la tintarella perfetta, che al ritorno dalle vacanze ci ha fatto sentire un po’ più belli e più in forma del solito. Ma non tutto è perduto per sempre.

Ecco i trucchi per mantenere più a lungo l’abbronzatura.

Come mantenere più a lungo l’abbronzatura

Il colorito dorato conquistato a fatica durante le ferie sbiadisce in una settimana? No, se si adottano i giusti accorgimenti.

Sul podio delle soluzioni anti-pallore da rientro c’è un gesto quasi scontato ma essenziale: idratare la pelle. Dopo l’esposizione al sole, l’epidermide ha sete di acqua al punto che gel, creme e lozioni sembrano sempre insufficienti. L’idratazione del corpo dunque dovrebbe diventare un’azione quotidiana per mantenere l’abbronzatura uniforme ed evitare le screpolatura e il formarsi di macchie più chiare.

Si può continuare ad applicare il doposole anche se non si è più in vacanza: la sua formula, super idratante, intensifica e mantiene il colorito ambrato della pelle più a lungo. C’è chi aiuta la tintarella potenziando questo gesto quotidiano con l’aggiunta di qualche goccia di abbronzante alla crema viso o alla lozione corpo.

In fondo l’estate non è ancora finita e si può sfoggiare un colorito da tropici anche stando in città. Gocce abbronzanti ok, non dimentichiamo però la protezione solare che non deve mancare mai quando ci esponiamo al sole con la pelle scoperta dai capi di abbigliamento estivi. Possiamo scegliere magari i prodotti che contengono principi attivi in grado di stimolare la produzione di melanina.

La “tintarella-routine” prevede anche bagni e docce fresche o fredde, con l’aiuto di docciaschiuma che mantengano l’abbronzatura e non secchino troppo la pelle. Una bustina di tè nero aggiunta all’acqua del bagno è una soluzione naturale e semplice per mantenere il colorito ancora un po’.

Prima di esporsi nuovamente al sole è utile fare uno scrub: il trattamento esfoliante libera la pelle dalle cellule morte consentendole di abbronzarsi prima e meglio. Lo sport all’aria aperta è un buon modo per fare un “upgrade” dell’abbronzatura post-ferie: nei giorni ancora caldi di settembre una corsa o una passeggiata fuori in pantaloncini e canotta ravviveranno il colore.

Abbronzatura e alimentazione: il binomio giusto

E ora veniamo all’alimentazione: si può prolungare l’abbronzatura del corpo anche agendo dall’interno. Una dieta ricca di beta-carotene potenzia e mantiene la tintarella: sì allora a carote, peperoni, albicocche, zucche ma anche verdure a foglia verde, cereali e olio. Ottimi a questo proposito i frullati e i centrifugati, dissentanti e dalla molteplici proprietà benefiche anche per la salute.

Abbronzatura e make-up: i trucchi dal mondo della cosmesi

Esistono infine dei trucchi per accentuare l’abbronzatura esistente: ovvero dove non arriva la tintarella ci pensano la moda e il make up. Benvenuti abiti e t-shirt di colore bianco o in tinte chiarissime: esaltano l’abbronzatura e danno l’illusione di una pelle ancora più scura.

Sì anche ai rossetti dai toni forti e vivaci, agli ombretti di colore chiarissimo e largo alle terre abbronzanti con pigmenti dorati: tre alleati perfetti dell’estate.