Capelli sfibrati dal sole e dal cambio di stagione? Niente paura: l'acqua minerale ti fa bella!

capelli sfibrati dal sole e dal cambio di stagione niente paura l acqua minerale ti fa bella

Come principio generale, si può affermare che una corretta idratazione è fondamentale per il naturale svolgimento delle reazioni biochimiche e dei processi fisiologici che ci assicurano la vita. Non esiste funzione nel nostro Organismo che non richieda la presenza di acqua. E considerando che il nostro corpo è costituito per il 60% di questa preziosa sostanza non è difficile capire il perché.

Avrete forse sentito che l’acqua minerale è in grado di svolgere funzioni favorenti la salute, grazie all’assenza di sostanze inquinanti e ai sali minerali in essa disciolti (come il calcio, il magnesio, il sodio, il ferro, lo zolfo e il bicarbonato), che a seconda della tipologia e concentrazione possono soddisfare le diverse esigenze di benessere psicofisico.

Ma sapevate che una corretta idratazione fa bene anche ai capelli? È quasi difficile crederci, ma l’acqua è un alleato prezioso anche per la nostra chioma e agisce sia dall’interno che dall’esterno. Questo prezioso suggerimento, che è già un trend nei saloni più esclusivi, giunge proprio in un momento dell’anno in cui è molto importante avere cura del cuoio capelluto.

Infatti, i forti Stress ai quali sottoponiamo le nostre capigliature in estate, come i frequenti bagni in mare o in piscina, e quindi il contatto con il sale ed il cloro, oltre alle prolungate esposizioni ai raggi solari, aggrediscono i nostri capelli, seccandoli e facendoli diventare duri e aridi.

A settembre ci ritroviamo quindi una chioma risecchita”, dalla consistenza paglierina, senza più tono nè brillantezza, insomma un capello che spesso manca di salute e quindi di bellezza… un capello disidratato. Inoltre, ad accentuare l’aspetto “mal sano” dei nostri capelli ci pensa l’arrivo dell’autunno; infatti si sa che durante i cambi di stagione si perdono più capelli del solito.

Ecco che per correre a ripari c’è chi si affida a costosissimi trattamenti e chi predilige tecniche “fatte in casa”, come gli impacchi con l’olio d’oliva, trucco proveniente dalla tradizione indiana. 

C’è però un accorgimento, apparentemente banale, ma per nulla scontato: mantenere il proprio organismo ben idratato, bevendo adeguatamente nel corso della giornata, aiuta a prevenire pruriti e irritazioni al cuoio capelluto ed è coadiuvante nel trattamento di bruciori ed arrossamenti, aiutando a ripristinare il benessere dello scalpo e la bellezza dei capelli.

In aggiunta, lavarsi la testa o almeno fare l’ultimo risciacquo con l’acqua minerale è un metodo semplice ma efficace per avere capelli più morbidi e lucenti. Questo perché l'acqua del rubinetto è spesso troppo ricca di calcare e di cloro, sostanze che influiscono negativamente sulla salute dei capelli rendendoli opachi e più rigidi. Ma c’è di più: i metalli disciolti nell’acqua del rubinetto possono essere assorbiti dal cuoio capelluto durante il lavaggio e rischiando di modificare la struttura del capello ed addirittura influenzare la piega.

Il consiglio top degli esperti? Per l’ultimo risciacquo è bene utilizzare acque minerali gassate, vale a dire quelle addizionate ad anidride carbonica, perché hanno un maggiore potere sgrassante e puliscono meglio i residui di saponi e shampoo.

Leggi anche:
Da cattive abitudini alimentari all’uso di prodotti aggressivi: le cause dei capelli secchi sono numerose ma con un po’ di attenzione si può rimediare.


Endorsed by:


Osservatorio Sanpellegrino

28/07/2017
13/09/2013
TAG: Capelli e peli | Dermatologia e venereologia