Couperose (acne rosacea): rimedi per rossore e prurito

couperose acne rosacea rimedi per rossore e prurito

Guance rosse, ma non per timidezza. La couperose può rivelarsi molto fastidiosa, sia esteticamente che a livello di bruciore.

Si tratta dei capillari più superficiali che si spezzano a causa di pelle fragile, caldo o freddo eccessivo, aumentato apporto di Sangue. È facile ritrovarle sul viso delle donne in Menopausa, soggette a vampate di calore che provocano la rottura dei capillari.

In realtà non è una vera e propria malattia, bensì un inestetismo provocato dalla dilatazione dei capillari, eppure se non adeguatamente trattata, la couperose può trasformarsi veramente in una patologia dermatologica detta Acne rosacea, di pertinenza dello specialista dermatologo.

Purtroppo, se i capillari si rompono, è molto difficile che l'emergenza rientri; bisognerà quindi fare attenzione, se si ha la pelle molto delicata, a prevenire la couperose. In ogni caso qualche consiglio può essere utile anche per attenuare il rossore, il bruciore ed il prurito.

  1. Innanzitutto, fate molta attenzione a ciò che utilizzate e all'acqua per lavarvi. L'acqua deve essere tiepida, poiché tanto il caldo quanto il freddo eccessivo possono danneggiare i capillari; inoltre, scegliete sempre del sapone neutro, non profumato perché anche l'alcol contenuto nelle saponette profumate può irritare la pelle.
  2. Evitate gli scrub, tonici e le maschere di bellezza perché sono troppo aggressive; rischiereste di danneggiare pelle e capillari inutilmente peggiorando la situazione.
  3. Utilizzate una crema protettiva prima di uscire per proteggervi tanto d'estate dal sole quanto d'inverno dal freddo ed una crema nutriente prima di andare a dormire. Se entrate in una stanza molto calda da fuori, dove invece fa molto freddo, copritevi la parte centrale del viso, poiché questi sbalzi di temperatura danneggiano i capillari in maniera irreversibile.
  4. Sebbene ci sia chi sostiene che il trucco fa male alla pelle, chi ha la couperose dovrebbe truccarsi; in particolar modo, dovrebbe far uso del fondotinta per due motivi fondamentali: innanzitutto perché il fondotinta la copre e quindi la protegge dal freddo, dal caldo e dallo smog e poi perché nasconde il rossore dovuto alla couperose.
  5. Un aiuto può venire anche da una dieta sana. Chi ha la couperose dovrebbe evitare i cibi e le bevande che aumentano il flusso sanguigno, come pepe, curry, peperoncino, paprika e spezie in generale e bevande come tè o caffè oppure che contengono caffeina.


Se, invece, volete cercare di risolvere alla radice il problema, potete affidarvi al trattamento laser. Riesce ad eliminare la couperose e le altre venuzze e capillari in una o due sedute. Purtroppo, però, non è un trattamento definitivo poiché, se non curata, la pelle del viso continuerà a far affiorare piccoli capillari rotti e si dovrà cominciare daccapo.

06/08/2015
01/06/2011
TAG: Dermatologia e venereologia | Pelle