Massaggi al corpo: tipologie e benefici

massaggi al corpo tipologie e benefici

Fin all'antichità il massaggio è stato sempre considerato un mezzo per ritrovare il benessere ed è istintivo nell'uomo, ancora oggi, massaggiarsi una parte dolente per lenire la sofferenza. In Oriente, inoltre, è una vera e propria cultura ed è proprio da lì che provengono i metodi più conosciuti ed utilizzati.

Oggigiorno, il massaggio è di 'gran moda' poiché nel giro di 30-60 minuti riesce a liberare una persona dallo stress quotidiano dovuto al lavoro, alla vita familiare, al tran-tran cittadino. Il primo effetto che si può ottenere tramite il massaggio è di tipo psicologico.

Esso esalta, infatti, la percezione del proprio corpo, stimolando la circolazione del Sangue, la dilatazione dei vasi, lo sprigionamento di calore ed energia. Inoltre, il corpo, grazie al massaggio, libera endorfine, che ristabiliscono un certo equilibrio nell'organismo, bloccando i processi degenerativi.

Per effettuare un massaggio, è necessario un ambiente tranquillo e riscaldato, che metta la cliente a proprio agio. La seconda caratteristica importante è quella di instaurare un rapporto particolare tra massaggiatore e cliente in modo che la tranquillità, il relax ed il benessere riescano a passare dall'uno all'altra.
Quattro sono i tipi di massaggio più comuni; vediamoli insieme.

Il massaggio ayurvedico

L'ayurveda, che si trova alla base di questo tipo di massaggio, viene considerata la più antica medicina, nata in India più di 3.000 anni fa, ma anche di un sistema filosofico. Il massaggio ayurvedico tende a drenare e tonificare i muscoli e a sfruttare le energie bloccate nel nostro organismo. Possono essere necessarie due persone per effettuare questo massaggio perché va massaggiata ogni parte del corpo a lungo con oli particolari che migliorano il tono cutaneo. Questo tipo di massaggio è indicato per combattere l'affaticamento psicofisico, poiché rende i muscoli scattanti e agili; ottimo anche per contrastare insonnia, Emicrania, dolori articolari e muscolari.

Il linfodrenaggio

Tipo di messaggio creato da un medico danese di nome Emil Vodder, favorisce la circolazione linfatica, essenziale per la salute del sistema immunitario e l'espulsione delle scorie organiche. Avendo anche un effetto estetico, è quello prediletto dalle donne. Dove c'è una stasi della circolazione linfatica, infatti, si formano cuscinetti e rigonfiamenti antiestetici. È l'ideale per combattere la cellulite perché migliora la microcircolazione, ha un effetto rigenerante grazie agli effetti sulla circolazione linfatica, contrasta edemi, infiammazioni ed aiuta la cicatrizzazione delle ulcere cutanee.

Il massaggio bioenergetico

Creato dallo psicoterapeuta Lowen, cerca di ristabilire l'equilibrio individuando le parti del corpo tese ed agendo su di esse. I massaggi vengono eseguiti 'su misura', prendendo in considerazione le 5 strutture caratteriali: cerebrale, dominante, compressa, dipendente e rigida. Il massaggio viene sincronizzato al respiro in modo che si possa meglio rendersi conto della propria realtà corporea. Questo tipo di massaggio rende la persona malleabile ed agisce fondamentale come rigenerante caratteriale e psicologico.

Il massaggio shiatsu

È forse il tipo di massaggio più famoso; di origine giapponese, utilizza la pressione ed il tocco, tramite l'uso di ginocchia, gomiti, mani e dita, per stimolare il flusso di energia dei meridiani. Come per il massaggio ayurvedico, anche il massaggio shiatsu trae la sua forza dal fatto che si tratta anche di una filosofia di vita. È un massaggio ideale per riportare il benessere psicofisico, ma riesce anche a combattere patologie quali artrite, emicrania, sciatica, mal di schiena, Stress. Particolarmente consigliata in gravidanza la versione 'acquatica'.

19/03/2018
07/07/2011
TAG: Benessere psicofisico | Cosmesi | Pelle | Giovani | Adulti