Quando si dice 'zenzero' i più pensano sicuramente al sushi e alla cucina giapponese. Non molti, però, sanno che lo zenzero è un tubero di origine orientale dalle numerose proprietà benefiche che può essere usato in diversi modi e per molteplici scopi.

Conosciuto anche con il nome inglese – Ginger – lo zenzero è, infatti, un ottimo alleato sia per la salute che per la bellezza. La pianta da cui si ricava la spezia utilizzata in cucina è alta circa 90 metri ed è costituita da una radice sotterrata con rizoma ramificato da cui prendono vita i fusti vegetativi. A tavola si può usare sia fresco che essiccato.

Proprietà e utilizzi dello zenzero

Le proprietà a cui abbiamo accennato sono il frutto di alcune sostanze all'interno del rizoma, quali gingerina, olio essenziale, resine, zingerone e mucillagini. Lo zenzero, inoltre, è ricco di:

  • acqua
  • carboidrati
  • aminoacidi
  • proteine
  • sali minerali (calcio, fosforo, sodio, potassio, magnesio, ferro, manganese, zinco, rame, selenio)
  • Vitamine del gruppo B, oltre a vitamina C e vitamina E.

Tutte queste sostanze e vitamine gli conferiscono una natura terapeutica di non poco conto. Partendo innanzitutto dallo Stomaco, lo zenzero è ottimo per contrastare la Nausea e agevolare la digestione, eliminando i gas in eccesso e i fastidiosi bruciori. È perfetto per stroncare la nausea in gravidanza, per il mal di mare o d'auto al posto delle consuete chewingum.

Raffreddore? Mal di gola? Tosse? Aggiungendo un po' di polvere di zenzero alla propria tisana o mangiandone un pezzetto fresco, esso sarà un ottimo lenitivo e antinfluenzale. Può essere usato anche per calmare i dolori muscolari post traumatici, da massaggiare sui muscoli. Se poi se ne prende una fettina e la si inserisce in un panno di cotone, lo zenzero può essere usato anche contro scottature, eruzioni cutanee e herpes. Durante il ciclo mestruale, inoltre, le donne possono masticarlo o farne degli infusi per calmare i dolori tipici. Ma non è ancora tutto.

Il tubero è anche un ottimo rimedio contro l'emicrania, per curare l'ipertensione e persino come coadiuvante nelle diete. Grazie infatti alle sue proprietà drenanti, può essere usato per bruciare grassi ed espellere i liquidi in eccesso. In questo caso si consiglia di assumerlo fresco o come infuso per farlo agire più velocemente aggiungendo lo zenzero grattugiato alle vostre pietanze, oppure creando delle tisane tagliandolo a fettine e facendolo bollire. Infine, grazie alla presenza del gingerolo e dello zingiberene, lo zenzero è un perfetto astringente e aiuta a ripristinare la flora intestinale contrastando quei batteri dannosi che sono responsabili di diarrea, costipazione e stipsi.

Come si prepara la tisana allo zenzero

Abbiamo visto che lo zenzero sotto forma di tisana è una vera panacea contro diversi malanni. Prepararla è molto semplice. Innanzitutto, oltre alla radice di zenzero, sono necessari:

  • peperoncino
  • un limone fresco
  • miele
  • acqua naturale.

Quando si hanno a disposizione tutti gli ingredienti, mettete a bollire l'acqua e, raggiunta la temperatura, immergete tre fettine di zenzero fresco, un cornetto di peperoncino, la buccia ben lavata e il succo del limone fresco. Lasciate il tutto a riposare per 15 minuti. Versate dunque in una tazza, aggiungendo uno o due cucchiaini di miele e bevetela tutta.

Controindicazioni dello zenzero

Come in tutte le cose, anche per ciò che riguarda lo zenzero esistono delle controindicazioni. È bene, infatti, non consumarne più di 2 grammi al giorno per evitare gonfiore allo stomaco, bruciore e persino stitichezza. Per le donne in gravidanza, è sempre preferibile consultare il medico prima dell'utilizzo. Inoltre, dal momento che alcuni principi attivi agiscono su circolazione del sangue e cuore, è bene rivolgersi al medico se si soffre di ipo e ipertensione o patologie cardiache.