Alterazioni della flora batterica intestinale

alterazioni della flora batterica intestinale

Cos’è?

La flora batterica intestinale è un complesso sistema ecologico composto da miliardi di microrganismi, per lo più batteri, che colonizzano l’intestino e, favorendo il transito, l’assorbimento e il  trasporto dei nutrienti, garantiscono beneficio all’Organismo ospitante. La colonizzazione dell’intestino da parte dei batteri (circa 500 differenti specie) inizia alla nascita e si esaurisce nel giro di qualche giorno.

A cosa serve?

La flora batterica intestinale è direttamente coinvolta in un gran numero di importanti funzioni che possono essere riassunte in metabolica, nutritiva, protettiva e immunologica: il sistema, infatti, favorisce l’assimilazione degli alimenti e la digestione, assicura la regolarità intestinale, produce vitamine e altre sostanze importanti per il buono stato di salute dell’intestino, regola la funzione del sistema immunitario. La relazione tra la flora batterica intestinale e l’organismo umano è infatti di tipo mutualistico: ciascuno trae vantaggio dall’altro e, al contempo, procura un beneficio.

Alterazioni della flora batterica

Quando si ha un’alterazione della flora batterica intestinale a risentirne è la salute e il benessere dell’intero organismo: è quindi fondamentale preservare l’equilibrio intestinale e ristabilirlo ai primi segnali che qualcosa sia fuori posto. I disturbi intestinali (soprattutto Diarrea e stitichezza), il mal di pancia, il gonfiore o la tensione addominale e le colichette tipiche dei bambini più piccoli ma anche debolezza e malessere generale possono essere campanelli di allarme, le manifestazioni più frequenti e facilmente riconoscibili di dismicrobismo.

Le cause della 'rottura' sono diverse e a vario titolo incidono sulla microflora intestinale:

  • Infezioni intestinali: enteriti virali e coliti sono le infezioni gastrointestinali più comuni in adulti e bambini e si manifestano quando l’apparato digerente è attaccato da virus e batteri.   
  • Cure antibiotiche e altre cure farmacologiche: gli antibiotici, utilizzati in casi di infezioni batteriche a carico di diversi organi e apparati, possono alterare l'equilibrio della normale flora batterica intestinale. Gli anziani e i bambini sono i soggetti più a rischio di dismicrobismo in caso di antibioticoterapia.
  • Alimentazione e intolleranze: i cambiamenti di regime alimentare, l’assunzione di bevande o cibi contaminati da agenti patogeni, la perdita di peso ma anche i difetti metabolici sono causa delle rottura dell’equilibrio intestinale.
  • Clima e abitudini diverse: il cambio di clima, unito spesso a una variazione dell’alimentazione, degli orari e delle abitudini quotidiane può incidere sul delicato equilibrio intestinale, in particolare dei bambini.
  • Ansia e stress: l’equilibrio della flora batterica intestinale è messo a dura prova dalla vita frenetica e in particolare dagli stati di Stress e ansia che, oltre a indebolire il sistema immunitario, hanno ripercussioni sul benessere del tratto gastrointestinale.
  • Dentizione: pur essendo un fenomeno fisiologico, la fase della dentizione, che in alcuni bambini può essere particolarmente fastidiosa, può comportare disturbi anche a livello enterico come la diarrea.

In tutti questi casi, come misura preventiva o come terapia coadiuvante il ripristino della flora batterica intestinale, tra gli approcci più promettenti si annovera l’impiego di probiotici e prebiotici, utilizzati per le loro proprietà stimolanti con effetto benefico sulle funzioni intestinali.

Leggi anche:
Il microbioma è costituito da innumerevoli batteri saprofiti, ad azione non patogena ma, al contrario, benefica e necessaria per il nostro organismo.

 

Fonti:

13/12/2017
02/08/2012
TAG: Gastroenterologia | Virus | Medicina generale