Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

L'estate è vicina: prepariamo la pelle al sole

l estate e vicina prepariamo la pelle al sole
Rosaura Bonfardino
Scritto da:
Rosaura Bonfardino
Giornalista esperta in salute e benessere

L'estate è davvero ormai alle porte e con l'arrivo delle belle giornate cresce il desiderio di stare per molto tempo distesi al sole. Soprattutto, però, per le prime giornate è necessario porre particolare attenzione nel preparare la pelle all'esposizione solare, per non correre brutti rischi. I raggi solari sono senza dubbio fondamentali per l'organismo perché stimolano la produzione di vitamina D, accentuano il tono fisico e muscolare, migliorano l'umore e attenuano i dolori.

Tuttavia, esagerare con il sole non è mai salutare perché raddoppia il rischio di contrarre il melanoma, tumore della pelle particolarmente aggressivo, causa di migliaia di decessi ogni anno, aumentati negli ultimi 40 anni a causa della maggiore quantità di raggi UV che filtra attraverso l'atmosfera. Tra l'altro, il sole primaverile può risultare particolarmente pericoloso perché la pelle, dopo la pausa invernale, si presenta particolarmente pallida e dunque vulnerabile. Gli esperti allora non hanno dubbi: sia per restare in città, che per andare al parco o in spiaggia ci sono delle raccomandazioni e precauzioni da seguire.
 

Creme protettive anche in Primavera

Come già detto, mai sottovalutare il sole primaverile, persino quando si cammina per le strade della città. Il primo passo è quello di utilizzare fin da adesso i primi filtri solari, applicandoli quotidianamente per evitare la comparsa di irritazioni, eritemi e scottature. Per le donne, in particolare, esistono anche prodotti cosmetici che contengono polipteridi, che svolgono un’azione antinfiammatoria o di ristrutturazione dei danni solari.
 

La salute della pelle a partire dall'alimentazione

"Siamo ciò che mangiamo", disse il noto filosofo tedesco Ludwig Feuerbach. Questa frase è ormai parte di un sapere condiviso, di cui spesso si perdono le tracce. Già, perché la salute del corpo e della pelle passa sopratutto attraverso ciò di cui ci nutriamo. Ecco, allora, che è fondamentale in questa stagione portare avanti una vera dieta primaverile, ricca di frutta e verdura, con tanti anti-ossidanti utili per contrastare i danni del sole. Ma ancora di più è importante assumere cibi che contengono betacarotene. Questa sostanza, otre ad essere un precursone della Vitamina A, aiuta a prevenire le scottature solari. È per questo che una dieta ricca di alimenti contenenti Beta Carotene è altamente indicata per chi ha la pelle sensibile. 
 

Integratori alimentari

Con i ritmi lavorativi serrati e lo stress della quotidianità, non è sempre facile fare un'alimentazione corretta. In questo caso una soluzione può venire dall'assunzione di integratori mirati, a base di antiossidanti, che aumentano gli scudi naturali anti-radicali liberi e antinfiammatori. Il consiglio è quello di utilizzare i supplementi a base di beta-carotene, licopene e vitamina C, polypodium, sulforafano e resveratrolo. Questi vanno assunti 15 giorni prima di esporsi al sole, evitando di usare profumi o oli per evitare delle foto-dermatiti.
 

Come comportarsi in città e in campagna

Come anticipato, è importante fare attenzione anche restando in città. Il sole, infatti, se possibile, va evitato sempre nelle ore centrali e più calde della giornata, ovvero dalle 12 alle 16. È consigliabile sempre utilizzare creme idratanti con un fattore di protezione solare, anche in città. Via libera anche a BBCream e fondotinta con un fattore di protezione, se non si vuole rinunciare ad un effetto cosmetico. non bisogna sottovalutare i rischi per la pelle dovuti, in città, all'abbinamento tra raggi solari e inquinamento.  Altro consiglio: mai dimenticare il cappello nelle ore più calde e gli occhiali da sole che proteggono gli occhi dai raggi Uva e Uvb. Stessa regola vale anche per chi passa delle giornate al parco o in campagna. A riguardo, si consiglia di proteggersi stendendo una crema solare non solo sul viso, ma anche sul décolleté e sul dorso delle mani per evitare l’insorgere di antiestetiche macchie marroni.

Leggi anche:
Abbronzatura dorata, duratura e senza rischi per la salute della pelle? Si può. Ecco come.

 

Al mare

Riguardo alle protezioni che bisogna utilizzare durante le prime esposizioni in spiaggia i dermatologi consigliano almeno un fattore di protezione 30, anche per i fototipi più scuri, per dare il tempo alla pelle di produrre nuova melanina. Un ultimo consiglio, infine, per chi vuole avere un'abbronzatura profonda e duratura è quello di fare uno scrub profondo al viso e al corpo prima di esporsi al sole.

 

29/05/2018
25/04/2016
TAG: Abbronzatura | Estate | Pelle
Rosaura Bonfardino
Scritto da:
Rosaura Bonfardino
Giornalista esperta in salute e benessere