Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

26-02-2004

Ad un ragazzo di soli 18 anni è stata

Ad un ragazzo di soli 18 anni è stata diagnosticata da poco una Miocardiopatia dilatativa del Ventricolo sinistro, vorrei sapere se e come cambierà la sua vita tenendo conto che parliamo di un giovane fino ad ora sano e inconsapevole. Quali accorgimenti dovrà tenere per svolgere una vita normale e a quali rischi va incontro in futuro. Inoltre chiedo se effettivamente l'unica soluzione possibile sia il Trapianto. Grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
E’ sinceramente difficile con queste poche informazioni poter dare una risposta adeguata ai quesiti che ci pone. Ci proviamo. La vita di chi ha un cuore dilatato e inefficiente, per di più giovane, potrà cambiare in funzione dell’evoluzione della malattia e della risposta alla terapia. I rischi cui si fa incontro sono connessi a molteplici fattori (clinici, strumentali, etc) per cui è difficile potersi esprimere se non li si conoscono almeno in parte. Certamente oggi la medicina ha fatto passi da gigante nella cura della insufficienza cardiaca rendendo il più delle vote non indispensabile un trapianto. Col passare del tempo e con la cura il muscolo cardiaco potrebbe anche recuperare una buona parte della sua forza contrattile. Se questo recupero non si verificasse, se le condizioni cliniche peggiorassero e la terapia medica risultasse assolutamente insufficiente a garantire una minima qualità della vita, allora si, il trapianto sarebbe l’unica scelta vincente.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!