06-04-2006

Ho 66 anni, in buona salute, normopeso, ho sempre

Ho 66 anni, in buona salute, normopeso, ho sempre praticato attività fisica e sono attento alla dieta (pochi grassi e poco sale); nell'ecg da sforzo il test è stato interrotto al v stadio (125 watt) per risposta pressoria di tipo ipertensivo (230/110). Nel corso della giornata la pressione è generalmente sui 140/80, ma recentemente in una giornata di assoluto riposo (sabato) ho riscontrato due volte (ed a distanza di circa 10 ore) una pressione di 170/180-90; sono preoccupato di questi picchi ingiustificati, considerata anche la familiarità (mia madre è morta a 64 anni con un ictus). E' il caso di iniziare una terapia (magari a bassi dosaggi-triatec 1,2 o 2,5) per non correre rischi e stabilizzare la pressione a livelli di normalità? Grazie per la risposta.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Visti i dati che lei riferisce certo una tendenza allo sviluppo di ipertensione esiste e sono d’accordo per iniziare una terapia con bassi dosaggi di un ACE-inibitore quale quello da lei indicato.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato respiratorio | Malattie dell'apparato cardiovascolare