27-02-2006

Mia moglie soffre di sclerodermia sistemica da

Mia moglie soffre di Sclerodermia sistemica da alcuni anni. Attualmente si gonfiano le caviglie, si presuppone che la malattia abbia colpito il Cuore. Vorrei saperne di più rispetto a questo, siamo molto preoccupati, e se possiamo sperare nel fermare il decorso, considerato che di questa malattia non si guarisce. Grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Da quello che Lei descrive, è probabile che sua moglie sia andata incontro ad una condizione di scompenso cardiaco, che può presentarsi ed essere una complicanza nel decorso clinico dei pazienti affetti da sclerodermia sistemica. Il consiglio è di sottoporsi ad una visita cardiologica sollecita e a un ecocardiogramma per valutare la funzione sisto-diastolica del cuore. Dopo questi accertamenti verrà verosimilmente iniziata una terapia per lo scompenso, che può alleviare o fare scomparire i sintomi; inoltre, è opportuno essere seguiti dallo specialista reumatologo per la condizione di base, la sclerodermia sistemica. E’ una forma cronica, certamente, ma le terapie opportune possono rallentarne il decorso.