16-01-2006

Nel mese di giugno del 2005 ho accusato un malore.

Nel mese di Giugno del 2005 ho accusato un malore. Dapprima un malessere generale con stanchezza muscolare (sembrava che non riuscissi a stare in piedi) poi delle forti parestesie che partendo dalla parte posteriore del collo hanno raggiunto subito entrambi gli arti superiori (le braccia e le mani si piegavano veso l'interno) e successivamente, ma in forma minore, anche quelli inferiori ed avvertivo anche l'intorpidimento dell'addome. Chi mi stava vicino ha notato che gli arti inferiori erano freddi. L'episodio siè ripetuto, in forma più lieve, altre due volte ad Ottobre e Novembre. L'elettroencefalogamma e la RMN al cranio non hanno evidenziato problemi. Una cosa del genere mi era già capitata nel 1999 a seguito della quale ho scoperto di avere un BBdx e dal successivo ECG è risultato una "lievissima insufficienza mitralica" che controllo annualmente senza riscontrare alcuna evoluzione. L'ultimo ECG risale ad Aprile 2005. Gli esami del Sangue hanno evidenziato solo delle piccole anomalie dei linfociti e dal quadro del Colesterolo (nella norma come totale) il "colesterolo buono" appena al di sotto dei valori consigliati. Attualente oltre a sentirmi stanco e ad aver perso circa 4Kg ,accuso dolori allo sterno , alla bocca dello stomaco spesso associati a diarrea e un senso di costruzione alla parte sx o dx della parte anteriore del collo. Mi consiglia di approfondire gli esami cardiologici?
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Le consiglio di rivolgersi al suo medico curante che valuterà attentamente il quadro sintomatologico alla luce anche dell’obiettività clinica, decidendo sull’eventuale necessità di approfondimenti diagnostici.