Colpisce sempre più italiani e, soprattutto, le donne: è l’attacco di panico, un disturbo psicologico responsabile anche del benessere fisico di chi ne soffre.

La percentuale di chi fa i conti con gli attacchi di panico è in costante aumento - si passa dal 1,5% del 2007 a oltre il 3% di quest’anno - e gli specialisti individuano tra le cause principali la crisi economica, le incertezze e le ansie che colpiscono sempre più nel quotidiano.

Quali sono i sintomi che caratterizzano lattacco di panico?

Difficoltà respiratorie, aumento della frequenza cardiaca, sudorazione, dolori al petto, rossori e Vertigini e una serie di sensazioni negative che accompagnano i disturbi fisici: paura di morire e/o impazzire, terrore, angoscia e percezione di non essere nel proprio corpo. Insomma uno stato d’ansia generalizzato che limita e blocca le attività quotidiane.

 

Gli esperti individuano tra le cause più diffuse lo Stress lavorativo e le incertezze che quotidianamente caratterizzano la vita.

A queste si sono aggiunte negli ultimi tempi la crisi economica e il verificarsi di eventi ingestibili e incontrollabili, come può essere stato il recente terremoto in Abruzzo.

 

Come è possibile combattere gli attacchi panico?

Qualcuno riesce a superare le difficoltà grazie all’autocontrollo e al supporto dei familiari ma, in generale, è necessario l’aiuto di specialisti e – in alcuni casi – di farmaci.

 

Chiudersi in se stessi e vergognarsi di ciò che si prova sono errori che spesso compiono le persone che soffrono di attacchi di panico ma per guarire il primo passo è riconoscere di avere un problema e affrontarlo con il supporto di uno psicologo e con il sostegno dei propri cari.

 

 

 

ALTRI CONTENUTI DA CONSULTARE:

  • Disturbi d'Ansia e attacchi di panico
  • Trattamento psicologico breve nel disturbo da attacchi di panico