Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

03/10/2017

Campagna nazionale di promozione della cultura psicologica

campagna nazionale di promozione della cultura psicologica
Massimo Canorro
Scritto da:
Massimo Canorro
Giornalista & web content editor

“Sono così felice di vivere in mondo dove ci sono i mesi di ottobre. Sarebbe terribile se passassimo direttamente da settembre a novembre”, scriveva l’autrice canadese Lucy Maud Montgomery, scomparsa nel 1942 all’età di 95 anni. Ma ottobre è anche il Mese del Benessere Psicologico, una vera e propria campagna nazionale di promozione della cultura psicologica organizzata dalla Società Italiana Psicologi Area Professionale (SIPAP), costituita nel 1995 con l’obiettivo di rappresentare i professionisti psicologi e, al contempo, promuovere lo sviluppo della psicologia sia nelle istituzioni pubbliche e private degli psicologi sia all’interno della società.

Per tutto il mese, la campagna dedicata al benessere psicologico sarà presente in 35 comuni di 12 regioni italiane​​​, snodandosi attraverso cento eventi gratuiti, senza dimenticare l’opportunità di richiedere una consulenza gratuita individuale, di coppia oppure famigliare durante tutto l’arco dell’anno. Per i dettagli di tutte le iniziative è possibile consultare il sito SIPAP, mentre è possibile prenotarsi ai seminari e/o alla consulenza tramite centralino, telefonando al numero 800.766644 oppure 06.62208054, oppure attraverso il sito mesebenesserepsicologico.it o il già citato portale della SIPAP.

In particolare, i professionisti coinvolti concentreranno la propria attività su tre macro aree di intervento:

  • rafforzare le risorse personali per migliorare la qualità della vita e le relazioni interpersonali;
  • condividere una serie di modalità per affrontare al meglio le problematiche durante l’esistenza;
  • contribuire alla crescita nel doppio ambito della coesione sociale e della convivenza civile.
Leggi anche:
Riconoscere la depressione è il primo passo per intraprendere un percorso di cura efficace - intervista alla Dr.ssa Simona Carniato, Specialista in Psicoterapia.

Le tematiche focus del Mese del Benessere Psicologico

L’esperienza maturata dalle edizioni precedenti ha indotto la Società Italiana Psicologi Area Professionale a focalizzarsi su tematiche tanto attuali quanto trasversali – come la gestione dell’ansia, della rabbia, dello stress e più in generale delle emozioni – conferendo maggiore enfasi alla valorizzazione delle risorse personali, dei talenti e della resilienza, ovvero la capacità di reagire in modo positivo a un evento tragico.

Tra gli aspetti di tipo relazionale, particolare attenzione è stata rivolta all’area dei mutamenti nei rapporti familiari (con gli adolescenti ma anche per quanto riguarda la genitorialità) nella scuola (bullismo, rete e cyber-bullismo) e negli ambiti lavorativi (gestione dei gruppi, dei conflitti e valorizzazione di qualsivoglia diversità).

“La nona edizione del Mese del Benessere Psicologico nasce sotto il segno del dialogo, con cento eventi pensati per rendere accessibili competenze specialistiche, affrontare esigenze tangibili, agevolare un confronto diretto fra professionisti e territori”, spiega il presidente della SIPAP Pierluigi Policastro, sottolineando l’importanza “di promuovere il benessere psicologico come condizione per la crescita individuale, familiare e della società, fondamento delle relazioni affettive e condizione basilare dello stare insieme perseguendo obiettivi comuni”.

Che cos’è il benessere psicologico

Migliorare la qualità della vita è di supporto nella prevenzione di possibili disagi relazionali. È quanto si può ascrivere al benessere piscologico, che consente alla persona di realizzarsi e raggiungere gli obietti prefissati, ma anche di prendere decisioni ed essere in grado di affrontare gli (inevitabili) eventi stressanti della vita.

Promuovere il benessere psicologico – attraverso un mese dedicato – equivale anche a far conoscere il panorama delle professionalità che ruotano attorno all’ambito della psicologia (dallo psichiatra al neurologo all’assistente sociale, per fare alcuni esempi) e sapere, a seconda delle necessità, a quale figura sarebbe più opportuno rivolgersi.

Leggi anche:
Le tecnologie digitali possono essere un valido supporto per la salute mentale, sia come forma di terapia, sia nella gestione della relazione tra medico e paziente.
TAG: Adulti | Eventi salute | Giovani | Malattie psichiatriche | Prevenzione | Psichiatria | Psicologia | Psicoterapia | Salute mentale | Sistema Cognitivo
Massimo Canorro
Scritto da:
Massimo Canorro
Giornalista & web content editor