Le notizie sui livelli di inquinamento che si stanno registrando nelle principali città italiane in questi giorni sono preoccupanti. I più vulnerabili agli effetti negativi dello smog- legati soprattutto a un aumento del rischio di malattie cardiovascolari e respiratorie - sono bambini, persone affette da malattie croniche e anziani.

Leggi anche:
Inquinamento dell'aria: nel 2050 sarà il principale big killer
Tumori, malattie cardiovascolari, incidenti: oggi sono questi i big killer a livello globale, ma nel 2050 il principale responsabile dei decessi nel mondo sarà l’aria inquinata.


Come difendersi dall'inquinamento

Ecco cosa consiglia Roberto Orecchia, direttore scientifico dell'Istituto Europeo di Oncologia (Ieo):

  • ventilare bene l'ambiente domestico durante le ore notturne, quando l'aria è meno inquinata
  • usare passeggini con una seduta più alta rispetto ai tubi di scappamento delle auto
  • andare a passeggio con i bambini nelle ore non di punta e in zone poco trafficate
  • fare attività sportiva di tipo aerobico in modo da migliorare la salute di Cuore e polmoni ed eliminare le tossine
  • durante i giorni di festa raggiungere zone poco inquinate, come la montagna o i boschi

E qualche accorgimento va destinato anche alla pelle, che è la nostra prima difesa verso l'ambiente esterno ed è duramente provata dall'aggressione degli inquinanti. 


I rischi maggiori per bambini, anziani e allergici

Norma Cameli, responsabile di Dermatologia estetica del San Gallicano di Roma, ricorda che recenti studi hanno dimostrato che l'inquinamento urbano aumenta del 20% il rischio di rughe e macchie sulla pelle e che lo smog stimola la produzione di Radicali liberi e metalloproteasi, cioè enzimi che favoriscono il degrado del Tessuto connettivo.

Inoltre, i rischi maggiori riguardano i bambini, gli anziani e gli allergici: per loro lo smog può contribuire alla comparsa di dermatiti e infiammazioni della pelle causate da una maggiore e più facile penetrazione degli allergeni.

E allora per proteggere la pelle è bene idratarla molto con prodotti base di calendula o glicerina, lavare i capelli anche tutti i giorni per liberare i follicoli dagli agenti inquinanti, usare una fotoprotezione anche in inverno, indossare guanti, sciarpe e mascherine, curare con particolare attenzione l'alimentazione, facendo il pieno di frutta, verdura, pesce azzurro e salmone e di altri cibi ricchi di antiossidanti, come il vino rosso, i frutti di bosco, l'olio extravergine d'oliva.