Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

01/10/2015

Mammografia fondamentale per la diagnosi e la cura del cancro al seno

Health & News
Scritto da:
Health & News
Riparte la campagna Pink is Good. L’intero mese di ottobre sarà dedicato alla prevenzione del cancro al seno e per la prima volta l’iniziativa, promossa dalla Fondazione Veronesi, vede l’apporto e il sostegno delle principali società scientifiche che si occupano di salute femminile (l’Aiom, Associazione Italiana di Oncologia Medica, la Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia, Sigo, la Società Italiana di Medicina Generale, Simg, e l’Osservatorio Nazionale Screening,Ons). Tutti uniti per ribadire ancora una volta il messaggio che la prevenzione è fondamentale e le probabilità di guarire da un tumore al seno aumentano in modo significativo se viene fatta una Diagnosi precoce.

I dati. Il 30% delle donne di età compresa tra 50 e 69 anni non si è mai sottoposta ad una mammografia. Eppure si tratta di un esame gratuito che viene offerto dalla propria Regione. 
Se la malattia viene individuata nelle sue prime fasi di sviluppo la sopravvivenza può arrivare fino al 98% e la Mammografia rappresenta uno strumento indispensabile per assicurarsi una diagnosi tempestiva. I programmi di Screening a livello nazionale e regionale esistono, ma troppo spesso pigrizia, disinformazione e noncuranza del pericolo, ma anche paura da parte delle donne, tengono bassa la percentuale di adesione a questi progetti. Proprio per questo, spiega Umberto Veronesi, bisogna lavorare per incentivare le donne a partecipare ai programmi di screening e per sensibilizzare le istituzioni a fare la loro parte, ad esempio impegnandosi a mandare l’invito alla mammografia gratuita a tutte le donne in target.

In questo senso le istituzioni possono e devono fare di più Le percentuali di adesione agli screening variano molto di regione in regione: come spiega il direttore dell’Ons Marco Zappa, si passa dal 76% della provincia di Trento al 20% della Campania: “Invece dobbiamo aumentare la partecipazione e ricordare che la mammografia è garantita gratuitamente ogni 24 mesi a tutte le donne tra 50 e 69 anni”.
E sono proprio le regioni a dover mandare ad ogni donna l’invito a sottoporsi allo screening gratuito. Cosa che accade in 3 casi su 4, ma molto poco frequentemente nelle regioni centrali e ancor di meno in quelle meridionali. 
Bisogna raggiungere l’obiettivo del 100% e anche a questo scopo serve la campagna Pink is Good nell’ambito della quale verranno distribuiti in Asl, ospedali, consultori ed ambulatori materiale informativo. 

Fonti:
Pink is Good
adnkronos.com
TAG: Tumori | Salute femminile
Health & News
Scritto da:
Health & News