I consigli per una Pasqua in salute

i consigli per una pasqua in salute
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche

Colomba, uova di cioccolata, carni e primi piatti elaborati: come vuole la tradizione, il pranzo di Pasqua e Pasquetta è un tripudio di sapori e di pietanze per festeggiare in compagnia di parenti e amici. Spesso, però, il menù prevede pasti abbondanti e ricchi di grassi e a risentirne sono soprattutto stomaco e intestino, senza considerare che mettono a dura prova anche la forma fisica.

Acidità, pesantezza di stomaco e cattiva digestione sono i disturbi più frequenti. Attenzione, dunque, a non esagerare. Mangiare bene e con gusto, assaporando i sapori della tradizione, non significa necessariamente strafare. Anche digiunare dopo le grandi abbuffate, complici i sensi di colpa, può essere molto pericoloso per la salute: grandi mangiate alternate a drastiche riduzioni dell’apporto calorico sottopongono a stress il nostro apparato gastrointestinale.

La parola d’ordine è, dunque, “equilibrio”. Con moderazione e senza troppe rinunce, è possibile godere dei piaceri della tavola e delle delizie pasquali.

I consigli di Assosalute per festeggiare la Pasqua

Per l’occasione Assosalute – Associazione Nazionale Farmaci di Automedicazione – ha diffuso 10 consigli utili per festeggiare in compagnia senza cattive sorprese per stomaco e intestino.

  1. Mai esagerare con le quantità: se ci si sente sazi, sarebbe bene evitare ulteriori tentazioni come dolci e frutta, soprattutto se il pasto è stato molto abbondante.
  2. Non consumare i pasti troppo velocemente: mangiare con velocità può essere causa di gonfiore e aerofagia. Al contrario, invece, masticare bene favorisce la digestione.
  3. No al sale in eccesso: troppo sale, si sa, è sconsigliato in un corretto regime alimentare in quanto può causare un aumento della pressione arteriosa. Inoltre, rende più difficile il processo digestivo.
  4. Non eccedere con gli alcolici: un bicchiere di vino fa bene alla salute. Quello rosso in particolar modo, grazie alle sue proprietà, agisce sul sistema cardiocircolatorio e lo protegge. L’importante però è non esagerare con il consumo. Troppo alcol, specie se durante un pranzo abbondante come quello delle festività pasquali, può favorire bruciore di stomaco e reflusso acido.
  5. Occhio ai condimenti: si consiglia di evitare condimenti come la panna, besciamella e burro che appesantiscono lo stomaco e rendono i cibi particolarmente ricchi di grassi. L’ideale è preparare salse e sughi usando meno condimento, magari sostituendo la panna con la ricotta o lo yogurt e utilizzando alimenti più sani come pesce e verdure.
  6. Non mangiare troppi fritti: l'eccessivo introito di alimenti fritti sottopone il corpo a uno sforzo eccessivo e aumenta la produzione dei radicali liberi, tra i principali responsabili dell'invecchiamento e delle tossine che si accumulano nell'intestino. Il risultato? Meteorismo, costipazione e talvolta diarrea, con sovraccarico del fegato.
  7. Limitare i cibi piccanti: le spezie possono essere un prezioso complemento nutritivo che, oltre a dare più gusto ai cibi, presentano numerose proprietà benefiche e terapeutiche. Come per tutte le cose, però, l’eccesso diventa dannoso. Nelle persone soggette a disturbi come la sindrome del colon irritabile, il consumo in grandi quantità di pepe e peperoncino può aumentare il rischio di problemi all’apparato gastrointestinale.
  8. Non bere troppo caffè: la caffeina può incidere in maniera negativa sulla pressione arteriosa oltre che favorire il reflusso acido, soprattutto dopo un ricco pranzo. È preferibile, dunque, sostituire il caffè con tisane e infusi che favoriscono la digestione.
  9. Scegli il cioccolato fondente: a Pasqua non possono certamente mancare in tavola colombe e uova di cioccolata. Attenzione, però, alle calorie. Meglio concedersi solo una fetta sottile di colomba mentre, per quanto riguarda il cioccolato, si consiglia di scegliere soprattutto quello fondente, che fa bene all’umore e svolge un’importante azione antiossidante.
  10. Fare attività fisica: una semplice passeggiata, anche in bicicletta, dopo pranzo favorisce la digestione e aiuta a consumare le calorie assunte in eccesso. Fare un po’ di sana attività fisica resta l’arma migliore per ritrovare il benessere quotidiano.
Leggi anche:
Il cioccolato ha numerose proprietà e benefici per la salute: aiuta a combattere l'insonnia e le malattie cardiovascolari.
14/04/2017
14/04/2017
Nutrizione e Scienze dell'alimentazione Scienza dell'alimentazione Nutrizione Wellness Stomaco e intestino
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche