Come scegliere il materasso

come scegliere il materasso

Quando si acquista un materasso, si è assaliti da mille dubbi perché non c'è nulla di così importante nella vita dell'uomo come il sonno, basta pensare al fatto che ben un terzo della nostra vita la passiamo a letto. Inoltre il materasso deve assicurarci una buona posizione durante il Sonno, pena l'insorgenza del mal di schiena o di altri stati dolorosi in grado di condizionare negativamente l'intera giornata.

Ci sono molti luoghi comuni che bisogna sfatare. Primo fra tutti quello che vuole che il materasso più duro sia sicuramente quello migliore. Non è affatto vero, poiché i materassi vanno scelti in base alla corporatura della persona che vi dovrà dormire. Le persone robuste dovranno scegliere, ad esempio, un materasso compatto, magari in lana o a molle (soprattutto se soffrono di allergie), mentre i magrolini trarranno maggiori benefici da un materasso in lattice che è anche anallergico.

Caso a parte è il materasso per bambini; le caratteristiche cambiano a seconda dell'età: in linea di massima, è preferibile comprare un materasso al lattice per bambini fino ai due anni per poi passare ad uno più compatto, magari a molle. Altro falso mito è quello che preferisce le doghe di legno alla rete; non è obbligatorio scegliere le doghe per dormire bene; la rete è sicuramente più flessibile delle doghe di legno e permette di sfruttare appieno l'elasticità del materasso.

Il materasso non provoca allergie, come molti sono portati a pensare, perché i materiali utilizzati vengono sempre controllati e sterilizzati e non sono mai a contatto diretto con la persona che vi dorme. È anche vero però che il materasso, come tanti altri luoghi della casa, può diventare ricettacolo di acari; in questo caso, basterà utilizzare della biancheria anallergica per tenerli fuori dal vostro letto. Inoltre, anche la manutenzione del materasso gioca un ruolo importante nel combattere gli Acari.

Basterà, infatti, lasciarlo scoperto per circa mezz'ora una volta a settimana perché i tessuti utilizzati nella sua produzione si rigenerino ed impediscano la loro formazione.

Infine, ricordate di girarlo testa-piedi almeno una volta al mese e di capovolgerlo sopra-sotto ad ogni cambio di stagione. Eviterete così fossi nella sua struttura e assicurerete al vostro materasso una distribuzione più uniforme dell'imbottitura. Ricordate anche di cambiarlo almeno ogni 10 anni, benché alcune case produttrici assicurino la loro funzionalità anche per più tempo.

Leggi anche:
Pesanti sforzi fisici e una postura scorretta sono tra le cause più comuni del mal di schiena. Ecco come alleviare il dolore.
13/07/2017
11/09/2013
TAG: Ortopedia e traumatologia | Disturbi del sonno | SLEEP - Disturbi del sonno